mercoledì, 20 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Cup solidale, cos'è e come...

Cup solidale, cos’è e come prenotare una visita

Nasce il portale che rende facile (e veloce) prenotare le analisi nelle strutture private e del no-profit

-

Il Cup diventa solidale, anche in Toscana a Firenze, per fissare visite mediche e analisi nelle strutture private e non-profit e “accorciare” le liste di attesa rispetto a quelle del cup metropolitano dell’Azienda Usl.

Stando ai dati pubblicati dal secondo rapporto ‘Osservatorio sui tempi di attesa e sui costi delle prestazioni sanitarie nei sistemi sanitari regionali’ per una visita media nel settore pubblico sono necessari circa 60 giorni di attesa, a fronte di una sola settimana nel privato e 9 giorni in intramoenia. Le liste d’attesa sono sempre più lunghe, infinite e a volte snervanti. Con il servizio offerto da Cupsolidale, c’è un’alternativa.

Cos’è Cup solidale

Il portale del Cupsolidale è un aggregatore web di servizi sanitari totalmente gratuito che, in tempo reale, incrocia le disponibilità di strutture private e non-profit per trovare il primo “buco” libero per la propria visita. È accessibile a chiunque abbia un computer o uno smartphone e permette di cercare, prenotare e pagare, una prestazione sociosanitaria 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.

Anche chi non ha dimestichezza con la tecnologia può usufruire del servizio rivolgendosi ad un super-utente, il farmacista, che può realizzare la ricerca e prenotare per conto dell’utente finale. Sono sempre di più le farmacie che offrono il servizio di cup solidale a Firenze e provincia. Il portale, attraverso la sua rete di strutture e professionisti qualificati, offre ai suoi utenti il meglio di entrambe le dimensioni, quella privata e quella pubblica: la riduzione dei tempi di attesa, l’accoglienza tipica degli istituti privati e, allo stesso tempo, offre alla cittadinanza servizi ambulatoriali di qualità, accessibili economicamente a tutti.

Villa Margherita: a Firenze apre il polo di odontoiatria pubblico

Prenotare una vista: come funziona?

Il primo passo è inserire nel campo apposito presente sul sito del Cup solidale la visita specialistica, gli esami diagnostici, le analisi di laboratorio, le prestazioni di medicina fisica e di riabilitazione o altri servizi di cui si necessita. Poi si aggiungono la località, la data (o l’intervallo di date) in cui si desidera avere il servizio. Si passa poi al confronto: il sistema permette di visualizzare tutti i risultati e le varie strutture disponibili.

Impostando più parametri (data, prezzo, luogo, nome della struttura o dello specialista) si possono comparare le diverse offerte disponibili e avere maggiori informazioni sulla prestazione. Ultimo step: prenotare e acquistare. Lo si può fare in maniera sicura e veloce, con Paypal o carta di credito. Infine, il portale Cup solidale invita l’utente a iscriversi gratuitamente per finalizzare l’acquisto. Nel proprio profilo si può consultare lo stato degli acquisti ed eventualmente procedere alla loro modifica (cambio di data o di orari e rimborso). Alla fine si riceve una conferma di pagamento e un sms come promemoria della prestazione scelta.

Ultime notizie

Che colore siamo oggi: zona e colori delle regioni d’Italia (20 gennaio)

Zona gialla, arancione o rossa: che colore siamo oggi nelle regioni d'Italia? La mappa e le regole per ogni colore

Quanti sono i contagiati oggi in Italia: casi di poco sopra quota 10 mila

I dati del 19 gennaio dal bollettino sul coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia e quanti morti?

Dove vedere Fiorentina Crotone in tv: Sky o Dazn?

Dopo la roboante sconfitta contro il Napoli, la Fiorentina si appresta ad incontrare il Crotone nel prossimo incontro di campionato, che si terrà sabato 23 gennaio alle ore 20.45 allo Stadio Artemio Franchi: ma dove vederla, su Sky o Dazn?

Musei di Firenze aperti (anche gratis): nuovi orari 2021, dagli Uffizi a Boboli

L'apertura dei musei di Firenze dopo lo stop per il Covid: i nuovi orari per la zona gialla e tutti i luoghi d'arte aperti, dalle Gallerie degli Uffizi ai musei civici