martedì, 28 Maggio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaBambini, web e cellulare: a...

Bambini, web e cellulare: a Bagno a Ripoli i “Custodi digitali”

I consigli pratici per gestire gli schermi in famiglia e per prevenire i rischi della sovraesposizione dei più piccoli a telefonini e internet: 3 incontri gratuiti per un progetto di educazione digitale

-

- Pubblicità -

Un ciclo di incontri in cui medici, educatori e famiglie si confronteranno per capire come le nuove tecnologie, dai telefoni cellulari a tablet e internet, possano diventare alleati e non ostacoli nel percorso di crescita dei bambini e del loro benessere. A Bagno a Ripoli (Firenze) approda il progetto “Custodi digitali”, un’iniziativa di educazione nata in Friuli Venezia Giulia e rilanciata adesso nelle scuole del territorio grazie all’idea di un gruppo di genitori dell’Istituto comprensivo Teresa Mattei.

L’appuntamento è martedì 16, mercoledì 17 e martedì 23 maggio 2023 alle ore 17.30 nei locali della Biblioteca comunale (via di Belmonte 38, località Ponte a Niccheri). L’iniziativa è gratuita e aperta a tutti. L’obiettivo è quello di avviare una riflessione che coinvolga tutta la comunità educante. Durante gli incontri i più piccoli, che accompagneranno i genitori, saranno intrattenuti da letture ad alta voce grazie agli operatori della biblioteca.

- Pubblicità -

Gli incontri dei “Custodi digitali”

Le buone abitudini di educazione al digitale, la sicurezza online e i rischi legati alla sovraesposizione a cellulari e videogiochi. Questi sono solo alcuni dei temi dei 3 incontri. Tra i relatori, la neuropsichiatra infantile Alba Murano, la pedagogista Alice Di Leva, il media educator Matteo Maria Giordano e la logopedista Milvia Innocenti. Durante le iniziative verrà anche distribuito materiale informativo con consigli pratici per gestire “gli schermi” in famiglia e suggerimenti per scegliere contenuti di qualità da proporre ai figli, specifici per le diverse età.

Le indicazioni sono frutto di ricerca accademica – grazie alla collaborazione del centro “Benessere Digitale” dell’Università di Milano-Bicocca – e di sperimentazione pluriennale sul campo da parte dei pediatri di famiglia friulani, figura chiave per trasmettere l’idea che è necessario fare prevenzione ed è in ballo la salute dei piccoli. “La ricerca ci dice che, in media, i bambini da 0 a 8 anni usano gli schermi circa due ore e mezza al giorno. Per questo – spiega Alice Di Leva di Custodi digitali – abbiamo sentito la necessità di creare un percorso di educazione digitale che promuovesse un uso consapevole dei dispositivi da parte delle famiglie. Obiettivo principale è tutelare bambini e bambine e promuovere il benessere digitale di tutta la famiglia con consigli basati su evidenze scientifiche, suddivisi per fasce d’età”. Qui il programma completo dell’iniziativa.

- Pubblicità -

L’iniziativa

Gli incontri sono promossi e organizzati, nell’ambito del progetto Custodi digitali, dagli Istituti comprensivi “Teresa Mattei” e “Antonino Caponnetto”, e dal Comune di Bagno a Ripoli, con il patrocinio dell’Istituto degli Innocenti e della Società della Salute Fiorentina Sud Est. L’iniziativa si svolge con il supporto di MediaFarm 2050, Unicoop Firenze – Sezione soci Bagno a Ripoli, Media Educazione Comunità, Crazy Center, Nani Pittori, Family Nation.

“La sicurezza online, la dipendenza dai device, ma anche le tante opportunità legate alla tecnologia in termini formativi e di apprendimento. Il ciclo di incontri guarda al digitale senza preconcetti, con un occhio obiettivo che punta a coinvolgere tutta la comunità educante  per concorrere al benessere dei bambini. Felici proprio per questo – dichiarano il sindaco Francesco Casini e l’assessore alla scuola Francesco Pignotti – di essere il primo comune toscano ad accogliere il progetto Custodi digitali”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -