sabato, 8 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaDa Santo Spirito a Sant'Ambrogio,...

Da Santo Spirito a Sant’Ambrogio, controlli nei luoghi della movida

Ancora una notte di controlli straordinari da parte di polizia e carabinieri. L'intervento ha riguardato diverse zone del centro, tra cui piazza Ghiberti e Santa Croce. Ecco come è andata.

-

Controlli delle forze dell’ordine nei luoghi della movida fiorentina.

CONTROLLI. Quella passata è stata un’altra notte di controlli straordinari e coordinati delle forze dell’ordine “al fine di evitare che – come chiarito in sede di Tavolo Tecnico del 3 agosto u.s. – i luoghi della movida divengano, da luoghi di divertimento ed aggregazione, aree di degrado o comunque causa disturbo della quiete e delle occupazioni dei residenti”, viene spiegato. Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri hanno operato rispettivamente in zona Santo Spirito e Nazario Sauro e in zona Sant’Ambrogio, Ghiberti e Santa Croce, procedendo complessivamente all’identificazione di 179 persone, tra le quali numerosi cittadini extracomunitari.

HASHISH. Tra questi, tre cittadini tunisini, sottoposti a controllo da un equipaggio della Squadra Volante, sono risultati inadempienti rispetto agli obblighi connessi al soggiorno degli stranieri in Italia: i tre, rintracciati in piazza Santo Spirito, sono stati denunciati per inosservanza delle norme in materia di immigrazione e uno di loro, sorpreso nell’atto di “prepararsi una sigaretta a base di hashish”, ha consegnato agli agenti un involucro contenente 0,50 grammi di quella sostanza.

ALCOL. Durante i controlli, una delle pattuglie dell’Arma dei Carabinieri ha sanzionato per manifesta ubriachezza un tunisino senza fissa dimora, rintracciato – barcollante per gli eccessi di alcol – in piazza Piave. Sempre i militari dell’Arma dei Carabinieri hanno deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di guida in stato di ebbrezza due italiani e un colombiano, sorpresi alla guida dei propri veicoli con un tasso alcolemico nel sangue eccedente i limiti di legge. Nella notte, tra le 2 e le 5, sono stati controllati complessivamente 16 veicoli.

VIA GHIBELLINA. Quanto, infine, ai controlli di natura amministrativa, orientati principalmente ad accertare eventuali violazioni in minimarket ed esercizi pubblici, sono stati effettuati nelle zone di rispettiva competenza sia dalla Squadra di Polizia Amministrativa della Questura, che ha compiuto verifiche in 8 esercizi, sia dai militari dell’Arma dei Carabinieri che, nella circostanza, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, art. 650 c.p., il titolare di un esercizio di vicinato di via Ghibellina, al quale è stata contestata l’avvenuta violazione dell’ordinanza prefettizia in materia di vendita e somministrazione di bevande alcoliche. Sempre in via Ghibellina, in un altro esercizio pubblico, i militari hanno irrogato al titolare del locale una sanziona amministrativa di 440 euro per la mancata esposizione del cartello che impone il divieto di fumo.

Ultime notizie