giovedì, 21 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaDall'Africa alla Grecia, tutti al...

Dall’Africa alla Grecia, tutti al Festival delle Colline

Dodici appuntamenti, dal 26 giugno al 26 luglio, come di consueto in cornici particolari del comprensorio pratese: chiese, dimore storiche, musei, biblioteche, parchi e strade di paese.

-

Dal Mali l’Africa moderna e aperta di Fatoumata Diawara, dal villaggio greco dei poeti tutto il misticismo di Loudovikos Ton Anogeion.

GLI OSPITI. E poi, il progetto “Lingue di fuoco” del duo Blastula, il jazz in fabbrica del P.O.V. Quintet, l’Orchestra della Toscana e il Teatrallegria dei ragazzi di Trisomia 21, la musica e la grinta di Kaki King, la patchanka gipsy degli Swing Dynasty, le drag singer Sorelle Marinetti, l’Africa ribelle di “Chaka”, l’universo Rom cantato da Alexian e quello immaginifico e borderline che vive nel “Fuoricasta Rock Gala” ideato da Massimo Altomare e Saverio Lanza, il rock nato dietro le sbarre dei Presi per Caso.

IL PROGRAMMA. Dodici appuntamenti, dal 26 giugno al 26 luglio, come di consueto in cornici particolari del comprensorio pratese: chiese, dimore storiche, musei, biblioteche, parchi e strade di paese. Alla (ri)scoperta di angoli noti e meno noti di Prato, Poggio a Caiano, Carmignano, Montemurlo, Cantagallo, Vaiano e Vernio.

Ultime notizie