giovedì, 11 Agosto 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaNuovo decreto di Natale e...

Nuovo decreto di Natale e Capodanno in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Riduzione della durata del green pass, mascherine all'aperto, Ffp2 al cinema e a teatro, discoteche chiuse: approvato il nuovo decreto Covid su Natale e Capodanno

-

Pubblicità

Dopo la proroga dello stato di emergenza, il governo Draghi ha approvato oggi, 23 dicembre 2021, un nuovo decreto Covid per Natale e Capodanno: si tratta di un decreto legge (e non un Dpcm), pubblicato sul pdf della Gazzetta Ufficiale.

Il provvedimento è arrivato nel giorno in cui si è registrato un record di nuovi postivi, oltre 44.500 in sole 24 ore.

Pubblicità

Rispetto alla bozza uscita dalla cabina di regia, il Consiglio dei Ministri ha introdotto ulteriori restrizioni. Durata ridotta del green pass a 6 mesi, mascherina all’aperto anche in zona bianca, stop agli eventi all’aperto che creano assembramenti, discoteche chiuse fino al 31 gennaio 2022, super green pass per palestre e musei: queste le principali misure previste dal decreto di Natale.

Un decreto legge (non un Dpcm) per Natale 2021 e Capodanno: sul pdf della Gazzetta Ufficiale

Il testo del decreto legge sull’emergenza Covid, con nuove restrizioni e regole sul green pass, è stato approvato dal Consiglio dei Ministri giovedì 23 dicembre 2021, dopo due riunioni della cabina di regia presieduta dal premier Mario Draghi.

Pubblicità

In seguito a questo passaggio il testo definitivo è stato pubblicato sul pdf della Gazzetta Ufficiale la vigilia di Natale: essendo un decreto legge, e non un Dpcm, è entrato in vigore il 25 dicembre ma dovrà essere convertito in legge dal Parlamento entro 60 giorni, pena la perdita di efficacia.

Il provvedimento arriva dopo la proroga dello stato di emergenza decisa lo scorso 14 dicembre.

Le nuove restrizioni, cosa cambia: green pass ridotto, discoteche chiuse, ecco fino a quando

Pubblicità

Come detto, rispetto alla bozza, il testo del decreto legge Natale approvato dal Consiglio dei Ministri prevede restrizioni più rigide, ecco in sintesi cosa cambia:

  • Green pass – dal 1° febbraio 2022 la durata è ridotta da 9 a 6 mesi; un’ordinanza del Ministro della Salute permetterà l’anticipo della terza dose a 4 mesi
  • Mascherine – fino al 31 gennaio 2022 obbligo all’aperto, anche in zona bianca
  • Teatri, cinema, luoghi di spettacolo – rimane il super green pass, ma è obbligatorio inoltre indossare mascherine Ffp2; non si possono consumare cibi o bevande al chiuso
  • mezzi di trasporto – obbligo di indossare mascherine Ffp2
  • ristoranti e bar – fino al 31 marzo 2022 per consumare al bancone (al chiuso) serve il super green pass
  • discoteche – chiuse fino al 31 gennaio 2022 (inizialmente nella bozza era previsto che rimanessero aperte e il tampone per le persone senza la terza dose)
  • Eventi, concerti, feste – fino al 31 gennaio 2022 vietati gli appuntamenti all’aperto che comportino assembramenti di persone
  • Piscine, palestre, sport di squadra, centri benessere, centri culturali e ricreativi al chiuso – fino al 31 marzo 2022 viene esteso l’obbligo di super green pass. Possono usufruire di tutte queste attività al chiuso solo i vaccinati e i guariti
  • musei, mostre, terme, parchi di divertimento, sale scommesse, corsi di formazioni privati in presenza – fino al 31 marzo 2022 obbligo di super green pass, al chiuso e all’aperto
  • Rsa, strutture residenziali, socio-assistenziali, socio-sanitarie e hospice – visite permesse solo a chi ha il super green pass (più tampone per chi non ha fatto la terza dose)

Rimandata al confronto con le Regioni la questione dell’estensione dell’obbligo vaccinale ai lavoratori della pubblica amministrazione, dopo le novità scattate lo scorso 15 dicembre per docenti e forze di polizia.

Pubblicità

Ultime notizie