La delegazione e il presidente della Cia toscana Giordano Pascucci hanno illustrato i contenuti del documento “Agricoltura e azione di governo in Toscana, le proposte della Cia Toscana” e hanno fatto il punto sulle priorità e gli appuntamenti istituzionali dei prossimi mesi.


Da parte degli esponenti della Cia sono stati ricordati gli elementi di difficoltà che vive il settore nel contesto di una crisi economica che ha visto crescere fortemente i costi di produzione e sono state indicate alcune emergenze che riguardano la specificità toscana. Tra queste, in particolar modo, le questioni legate all’urbanistica, la smisurata crescita della pressione faunistica di cinghiali e ungulati, la crisi idrica.


“Siamo in sintonia, condividiamo le preoccupazioni e le strategie d’intervento proposte dalla Cia Toscana – hanno affermato Simonti, Danti e Ricci – Molte cose sono già nell’agenda politica di governo della Toscana: si tratta ora di stringere i tempi e accelerare l’attuazione concreta dei programmi”.