giovedì, 13 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaDisabili, aumenta l'offerta per chi...

Disabili, aumenta l’offerta per chi vuol fare sport

Si allarga nell'offerta e negli spazi la pratica sportiva per i diversamente abili in Toscana. Le strutture appositamente attrezzate da SportHabile salgono a 41. Dal baseball al judo passando per il tiro con l'arco.

-

Si potenzia la rete toscana dei centri SportHabile, impianti e strutture appositamente attrezzati per lo svolgimento di pratiche sportive da parte dei diversamente abili.

41 CENTRI. Tra palestre e campi sportivi sono 41 i centri sportivi dotati di personale e attrezzature adatte ai diversamente abili. In principio i centri erano 28, distribuiti in tutta la regione. Nel giro di un anno ne sono stati aggiunti altri 13. Ultimo in ordine cronologico lo sportello InformHabile dell’Università di Siena, dove chiunque voglia avvicinarsi alla pratica sportiva può trovare informazioni e consigli.

DAL BASEBALL ALLA VELA. Tante le discipline praticabili: baseball e softball, scherma, canottaggio, tennis, sci, vela, corsa, minibasket, bocce, danza sportiva, arco, tennis tavolo, calcio a 5, torball, judo, nuoto e ciclismo.

UN ANNO DI SPORT. SportHabile è realizzato dalla Regione in collaborazione con Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Comitato toscano paralimpico, Coni toscana e Gruppo toscano giornalisti sportivi USSI. Nato a gennaio 2010 si è progressivamente allargato. Oltre ai centri SportHabile, dove si può fare sport, sono stati creati anche gli sportelli InformHabile dove personale specializzato è a disposizione per fornire informazioni utili non solo sui centri, ma su tutte le discipline praticabili e sulle attrezzature necessarie. Oltre a quelli già funzionanti presso l’Unità Spinale di Careggi a Firenze, il centro Inail di Volterra ed il punto Handy ad Altopascio, a breve ne verranno aperti uno a Siena (l’inaugurazione c’è stata oggi, presso l’Ufficio accoglienza Disabili dell’Università) e uno allo sportello disabili dell’Urp multiente di Prato.
Per informazioni sui centri rivolgersi al Comitato regionale del CONI (055 471791) o a quello del Comitato Italiano Paralimpico (055 661576 055 661576).

Ultime notizie