lunedì, 29 Novembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaDivieto di fumo allo stadio:...

Divieto di fumo allo stadio: Firenze cerca la svolta

Firenze pensa a mettere fuori gioco il fumo, anche allo stadio e negli impianti sportivi dove si svolgono eventi: il Consiglio comunale deciderà se introdurre il divieto

-

Divieto di fumo anche allo stadio e negli impianti sportivi del territorio comunale di Firenze dove si tengono eventi agonistici e non. Lo chiede un ordine del giorno al Piano di azione comunale presentato dal consigliere e membro della commissione cultura e sport di Palazzo Vecchio Luca Santarelli (primo firmatario), insieme al presidente della commissione politiche sociali e della salute Mimma Dardano (lista Nardella) e dal consigliere (sempre della lista Nardella) Angelo D’Ambrisi.

Il Consiglio comunale di Firenze deciderà sul divieto di fumo allo stadio

L’atto è stato votato positivamente, a maggioranza, dalle due commissioni e ora passerà al vaglio del Consiglio comunale. Si tratta di un passo avanti molto importante a livello ambientale, anche se appunto si dovrà ricevere l’ok da parte dell’assemblea cittadina.

Nelle scorse settimane anche il Comune di Firenze aveva annunciato di voler introdurre il divieto di fumo nei parchi pubblici e alle fermate del bus e della tramvia: presto si potrebbe aggiungere questa novità per chi va allo stadio e negli impianti sportivi.

“Fumare è dannoso per la salute”

Come spiegato da Santarelli il fumo passivo è dannoso e questo è un dato scientifico indubbio. Da qui la richiesta di vietare il fumo negli impianti sportivi comunali. “Lo sport – ha aggiunto – ha un messaggio aggregante, di integrazione e, è bene sottolinearlo, di esempio. Da qui vietare il fumo e i suoi devastanti effetti potrebbe consentire la più serena frequentazione delle famiglie, dei bambini e delle donne in stato di gravidanza”. Come dichiarato da Dardano l’atto ha come obiettivo la tutela della salute.

Ultime notizie