“Sulla base degli accordi presi nel nostro positivo incontro del 1° luglio – scrive il sindaco Domenici – ti chiedo di aprire formalmente il tavolo di confronto e di lavoro congiunto che abbiamo convenuto di istituire tra il Ministero da te presieduto e il Comune di Firenze”. In quella sede furono individuati i temi da affrontare, ovvero il Maggio Musicale Fiorentino, il sistema museale fiorentino con particolare riferimento agli Uffizi, il progetto di realizzazione del sistema tranviario in centro, la valorizzazione dei beni culturali non di proprietà comunale.

“Ritengo – continua il primo cittadino fiorentino – che la prima questione da affrontare dovrebbe riguardare la struttura, i partecipanti e le modalità di lavoro del ‘tavolo’ stesso“.

“Sono quindi a disposizione sia per concordare la data di una prima riunione (che riterrei molto utile tenere prima della pausa estiva) sia per indicare, da parte mia, rappresentanti politici, amministrativi e tecnici del Comune di Firenze, per avviare il lavoro e garantire ad esso sostegno e continuità” conclude la lettera del sindaco Domenici.