Una strada tutta per Virgilio, dunque, ma anche per Carlo Magno, Nello Carrara e per l’Islanda. Sono queste le quattro nuove denominazioni di strade che arricchiranno la toponomastica cittadina, e che saranno inserite nei quartieri 3 e 5. La delibera di intitolazione è stata approvata nella seduta di giunta su proposta dell’assessore alla toponomastica Eugenio Giani.

Nello Carrara, fiorentino, docente universitario di fisica (laurea onoris causa in ingegneria) in varie facoltà italiane e all’Accademia Navale di Livorno. La sua attività scientifica si è sviluppata nel campo della fisica delle onde elettromagnetiche e in particolare nell’applicazione della fisica all’elettronica nel settore delle radiocomunicazioni e del radar. Via Nello Carrara è l’area di circolazione di recente istituzione che inizia da via Panciatichi, poco prima dell’intersezione con via Adolfo Antognoli, e passando sotto la ferrovia, termina in via Reginaldo Giuliani, all’altezza di via Santo Stefano in Pane (in sostanza è il nuovo sottopasso che collega Panciatichi a Reginaldo Giuliani).

Via Virgilio inizia dal viale della Toscana e termina in via della Torre degli Agli, poco dopo l’intersezione con via del Giardino della Bizzarria. Via Carlo Magno inizia dal viale della Toscana e termina in via della Torre degli Agli, in prossimità dell’incrocio con il viale Alessandro Guidoni (sono le due strade che completano il perimetro della nuova costruzione della Cassa di Risparmio fronte viale Guidoni, a lato del tribunale). Largo Islanda (spazio a parcheggio e verde pubblico) è infine l’area di circolazione che si apre a sinistra di via Gran Bretagna, nel tratto compreso tra via Kiev e via Edimburgo e delimitato all’opposto da via delle Lame.