lunedì, 27 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaE i gioielli sbarcarono a...

E i gioielli sbarcarono a Pitti

pitti immagine, banci gioielli, gioielleria, moda, fortezza, collezione

-

Una collezione che esalta la materia orafa plasmata a materia dell’arte, materia preziosa che prenderà vita dal 12 al 15 gennaio negli spazi fiorentini della Dogana (via Valfonda) dedicati a Pitti W_Woman Precollection, nell’area denominata Design Collection.  

L’AZIENDA. Banci Gioielli, azienda orafa padovana nata nel 1982 dall’estro creativo delle sorelle Marzia e Daniela Banci, presenta a Firenze, per la prima volta nella storia di Pitti Immagine, la propria collezione di gioielli

Formatesi a Fano (Pesaro – Urbino) e Venezia nel campo dell’oreficeria e dell’architettura, Marzia e Daniela Banci, in più di trent’anni di attività sono riuscite a creare un dialogo raffinato tra le due discipline. La progettualità architettonica ha conferito ai gioielli rigore formale, mentre la tradizione artigiana orafa ha permesso di adattare alle forme del corpo i volumi costruttivi. Intimamente rinnovate nella finalità espressiva, le gemme e i metalli preziosi, unici materiali impiegati dalle artiste, si riappropriano di significati che trascendono l’oreficeria. La geometria lega come un filo rosso l’intera produzione Banci, donando organicità ad un progetto creativo che sa di pensiero intimamente vissuto.

Le Banci, dopo aver dato vita a diverse collezioni di preziosi dedicate ad un tema specifico, presentano a Pitti Immagine 77, al suo pubblico internazionale, un percorso di vita e di oreficeria con manufatti di pregiata foggia ed elevato valore artistico. Ogni creazione presentata è una nuova esperienza artistica che presuppone un percorso di ricerca personale e orafo in divenire. Banci Gioielli costituiscono un “filo prezioso”, riportando all’attenzione la creatività orafa abbinata all’abito. La moda da indossare è spazio e confine a cui abbinare i manufatti preziosi. Quest’anno Gioielli Banci darà inizio ad una nuova collezione, dedicata al “World Wide Web” dove la creatività e l’accoglienza avranno più spazio d’incontro. Il metallo duttile e malleabile si avvicinerà leggero a chi è fisicamente lontano per condividere l’umana sensibilità.
 

Ultime notizie