martedì, 22 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Eccellenze fiorentine

Eccellenze fiorentine

due progetti fiorentini presenti fra i primi 100 casi di eccellenza nella pubblica amministrazione

-

Il Comune di Firenze è presente per due volte fra i primi 100 casi di eccellenza nella pubblica amministrazione in Italia, presentati stamani a Roma dal Ministro per la Funzione pubblica Renato Brunetta ed inseriti sul sito del Ministero, per evidenziare “esempi di grande professionalità, di innovazione, di coraggio – si legge sul sito – nello sperimentare nuove soluzioni volte a ridurre i costi, migliorare i servizi, rispondere meglio alle esigenze di cittadini e imprese”.

Le due ‘eccellenze’ fiorentine sono il progetto “Innovazione e modernizzazione”, che riguarda il funzionamento e l’efficienza della intera macchina comunale e il progetto “Linea Comune”, il centro servizi per cittadini e imprese dell’area fiorentina, che vede il Comune di Firenze come capofila.

 

“Innovazione e modernizzazione”

Il Comune di Firenze ha intrapreso dal ’99 un profondo e complesso processo di rinnovamento. Fra le caratteristiche dell’Amministrazione emerge infatti un forte impulso all’innovazione che si esplicita in numerosi interventi di infrastrutturazione tecnologica e in un rinnovato rapporto con il cittadino e gli altri portatori di interesse. La ricaduta positiva, in termini di gradimento e partecipazione da parte dei cittadini, ha fatto sì che l’elemento dell’ascolto trovasse posto stabile all’interno delle politiche e delle strategie dell’ente.

L’Amministrazione ha inoltre identificato i partner chiave con i quali ha stipulato protocolli di intesa e collaborazioni: significativa è la convenzione con il Dipartimento di Statistica dell’Università che ha consentito di realizzare ”Ode” un sistema che consente al comune di gestire in via informatica tutti gli atti e i provvedimenti amministrativi in ogni loro fase, dalla redazione all’ultima archiviazione, con la possibilità di apporre la firma digitale e che ha semplificato l’attività dell’Amministrazione, sia per i dipendenti sia per i cittadini.

Altrettanto significativa la creazione di un Centro Servizi Territoriale che assolve a funzioni molto ampie, nella logica del perseguimento delle finalità di semplificazione e omogeneizzazione delle procedure, interscambio di informazioni e buone pratiche fra gli enti, potenziamento e migliore utilizzazione delle risorse economiche, tecnologiche e umane. Di rilievo è inoltre la gestione dei processi dell’amministrazione che avviene secondo la metodologia del BPR (Business Process Reengeneering). Fondamentali, infine, gli interventi sul personale, la cui formazione ha rappresentato un volano fondamentale di cambiamento e lo strumento indispensabile per allineare le competenze delle persone ai nuovi metodi di lavoro introdotti a seguito del processo di rinnovamento intrapreso.

Gli interventi hanno consentito molti risultati significativi. Un Bilancio consuntivo del 2007 in attivo che, pur disponendo di minori risorse per effetto delle Finanziarie, ha consentito il rispetto dei tempi dei progetti di miglioramento e dell’efficienza operativa. Servizio diretto con gli sportelli unici, con gestione della documentazione in tempo reale e con riduzione a pochi minuti delle pratiche burocratiche sia per il cittadino che per le imprese. Semplificazione amministrativa tramite Portale: 700 credenziali di autenticazione dei cittadini rilasciate al portale, con 400 pratiche rilasciate. 36.000 atti conclusi in digitale nel 2007.

 

“Linea Comune”

Nata a fine 2005, Linea Comune si basa su un modello di aggregazione degli Enti di tipo federativo basato sul sistema della concertazione e rappresenta un caso praticamente unico in Italia. Gli attori principali di questo cambiamento sono stati oltre al comune di Firenze, la provincia di Firenze, i Comuni di Bagno a Ripoli, Campi Bisenzio, Fiesole, Scandicci, le Comunità Montane della Montagna Fiorentina e del Mugello.

La strategia del sistema “Linea Comune” è quella di mantenere l’individualità tecnica e culturale di tutti gli attori coinvolti. Infatti, tutti i comuni del territorio possono offrire agli utenti l’accesso ai servizi, alle informazioni e alle procedure della pubblica amministrazione condividendo infrastrutture e costi, e mantenendo un rapporto diretto con i propri cittadini.

E’ garantito l’accesso ai servizi senza doversi necessariamente recare di persona agli uffici comunali, in modalità multicanale selezionando il canale di contatto ideale per la tipologia di servizio e per l’utente che potrà scegliere tra il web, il telefono, l’e-mail, il fax e l’SMS. A tal fine è stata predisposta la piattaforma unica dei servizi integrati; attraverso il portale www.LineaComune.it (e a Firenze dalla rete civica ) possono essere avviate transazioni specifiche in merito ai servizi erogati dall’amministrazione comunale (Visure, Prenotazioni, Pagamenti, consultazione modulistica, iscrizioni alla scuola primaria, etc.). Ottimi risultati sono registrati anche per il call center unificato Lineacomune 055055.

Ultime notizie

Giani e i risultati delle regionali: “Ha vinto la Toscana”

Un discorso con al centro la Toscana: Giani sceglie di parlare soprattutto della sua regione, con pochi riferimenti alla politica nazionale. "Sarò sindaco tra i sindaci", dice il candidato del centrosinistra

Referendum 2020: affluenza alle urne ore 15, percentuale definitiva votanti

I dati sull'affluenza al referendum 2020 sul taglio dei parlamentari. Dove si è votato di più e dove di meno

Elezioni regionali Toscana 2020: affluenza definitiva al 62,61%

I dati definitivi sull'affluenza alle urne per le elezioni regionali 2020 della Toscana. In corso lo spoglio

Exit poll, regionali Toscana: Eugenio Giani in vantaggio

Grande attesa per i primi sondaggi sulle tendenze di voto: chi tra i 7 candidati diventerà presidente dalla Regione?