Nelle province della regione le entrate correnti sono scese dal 57% del 2002 al 44% del 2007, mentre le entrate tributarie sono aumentate dal 39% al 46%, come anche le entrate extratibutarie, salite dal 4 al 7%.

Il monitoraggio della situazione regionale è uno strumento fondamentale per contrastare questo momento di crisi generale, prestando sempre maggiore attenzione al contenimento della spesa, al reperimento delle risorse, alla destinazione dei finanziamenti.

“Il lavoro, in continuo progress – ha spiegato l’assessore della Provincia Tiziano Lepri, presidente della IV commissione dell’Upi, l’Unione Provincie Italiane Toscana – ha lo scopo di monitorare in permanenza lo sviluppo delle normative e l’evoluzione della legislazione, particolarmente complessa ed importante in un momento di continui e rapidi cambiamenti nel campo della finanza locale”.