giovedì, 1 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Elezioni comunali, Figline Valdarno: vota...

Elezioni comunali, Figline Valdarno: vota il 71,37%

Concluse regolarmente le operazioni di voto nei seggi del Comune di Figline Valdarno. L'affluenza finale ha raggiunto il 71,37% degli aventi diritto, lo 0,86% in più rispetto al 2006.

-

Alle 15 si sono regolarmente concluse le operazioni di voto in tutti i 19 seggi elettorali del Comune di Figline Valdarno. L’affluenza finale ha raggiunto il 71,37% degli aventi diritto, ovvero si sono recati alle urne 9567 cittadini su 13403: hanno votato 4702 maschi e 4865 femmine.

I DATI. La sezione che ha fatto registrare il maggior numero di votanti è stata, con 790 cittadini (pari all’81,19%), la numero 10 presso la scuola elementare di San Biagio. Se si esclude quella dell’Ospedale Serristori, in cui ci sono solo 4 aventi diritto, la sezione in cui hanno votato meno elettori è stata la numero 2 presso la scuola media di via Garibaldi, con 466 votanti (pari al 54,12%).

RISPETTO AL 2006. Nel 2006 votarono 9549 cittadini, pari al 70,51% degli aventi diritto (4664 maschi e 4885 femmine). L’affluenza alle urne è dunque aumentata dello 0,86% rispetto a cinque anni fa.

Ultime notizie

Test antigenico e tampone rapido Covid, come funzionano e come si fanno

Dopo porti e aeroporti è in arrivo anche a scuola, ma cos'è, come viene fatto e come funziona il test rapido antigenico per il Covid

Vaccino antinfluenzale 2020-2021 in Toscana: quando e come farlo

Per chi è a costo zero e quando è l'inizio: quello che c'è da sapere sul vaccino antinfluenzale in Toscana per la stagione 2020-2021, in piena emergenza Covid

Concorso straordinario scuola 2020: il calendario delle prove, tutte le date

Quando si terranno i test per i docenti precari delle scuole medie e superiori

Gli effetti del coronavirus su Firenze (e le prospettive per il futuro)

Dall'overturism all'azzeramento dei flussi. I problemi dell'export e la zavorra della burocrazia. Intervista al professor Aiello, economista e docente dell’Università di Firenze