venerdì, 1 Marzo 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaQuando inizia e finisce l'esame...

Quando inizia e finisce l’esame di maturità 2023: le date delle prove

Tornano i commissari e il presidente esterno. Definite le materie della seconda prova, diversa a seconda dell'indirizzo, e le scuole dov'è prevista anche la terza prova scritta per l'esame di Stato

- Pubblicità -

-

- Pubblicità -

Si torna alla norma, dopo l’emergenza Covid. Il ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara ha firmato nei giorni scorsi l’ordinanza sull’esame di Stato stabilendo quando inizia la maturità 2023, le date delle prove e le materie (mentre per capire quando finisce bisognerà vedere il calendario degli orali). E c’è anche qualche novità. Torna il presidente esterno, che affianca tre commissari interni e tre membri esterni. Intanto si è rinnovato anche il rito dei 100 giorni alla maturità, che gli studenti delle scuole superiori hanno “celebrato” oggi, 13 marzo, con ritrovi in piazza, feste di classe e “rituali” scaramantici in vista dell’appuntamento tanto temuto.

Le date delle prove della maturità 2023: quando iniziano gli esami di Stato

L’esame di maturità inizia ufficialmente con la prima prova, il tema di italiano, il cui svolgimento è fissato nel giorno del solstizio d’estate: mercoledì 21 giugno 2023. Apertura dei plichi con le sette tracce, uguali in tutta Italia, alle ore 8.30 e poi gli alunni avranno massimo 6 ore di tempo per mettere nero su bianco i loro pensieri. E già adesso scattata il toto-titoli, per ipotizzare quali potrebbero essere gli argomenti. Per farsi un’idea e per esercitarsi, sul sito del ministro dell’Istruzione sono presenti le tracce degli anni passati.

- Pubblicità -

Tempo di un breve riposo e il giorno dopo, giovedì 22 giugno, è il momento della seconda prova scritta (la cui correzione è affidata a un commissario interno), che riguarda una o più materie caratterizzanti il percorso di studi. In questo caso la durata cambierà a seconda del tipo di istituto. La novità è anche gli studenti degli istituti professionali di nuovo ordinamento dovranno affrontare la seconda prova che però riguarderà le competenze e i nuclei tematici fondamentali di indirizzo, non le discipline.

La seconda e la terza prova dell’esame di maturità 2023

Con l’ordinanza sull’esame di maturità del 25 gennaio 2023 (qui il testo in pdf), il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha stabilito quali sono le materie della seconda prova, con un elenco pubblicato online (e consultabile anche con un motore di ricerca) e i commissari esterni. Qui sotto le principali materie della seconda prova:

- Pubblicità -
  • Liceo Classico: lingua e cultura latina
  • Liceo Scientifico: matematica
  • Liceo Linguistico: lingua e cultura straniera (prima lingua)
  • Liceo delle Scienze Umane: Scienze umane
  • Istituto tecnico per il turismo: discipline turistiche e aziendali

A differenza dell’anno scorso, la terza prova scritta dell’esame di maturità 2023 è prevista solo in alcuni casi particolari: le sezioni ESABAC, ESABAC techno; le sezioni con opzione internazionale per le scuole superiori della Regione autonoma Valle d’Aosta e della Provincia autonoma di Bolzano; per le scuole con lingua d’insegnamento slovena e con insegnamento bilingue sloveno/italiano del Friuli Venezia Giulia. In questi casi la data della terza prova è fissata martedì 27 giugno 2023, sempre dalle ore 8.30.

Gli orali (anche sull’educazione civica) e… quando finisce l’esame di maturità

Finite le date delle prove scritte, toccherà agli orali dell’esame di maturità 2023, le cui date saranno fissate dalle commissioni in base a un calendario stilato a partire dall’iniziale del cognome estratta all’inizio degli scritti. Si tratta di un colloquio multidisciplinare durante il quale i maturandi partiranno da una breve relazione o da un elaborato multimediale.

- Pubblicità -

La commissione proporrà agli studenti l’analisi di testi, documenti, esperienze, progetti e problemi per valutare la conoscenza delle singole materie e la capacità di fare collegamenti e argomentare il discorso in maniera critica e personale. Si dovrà usare anche la lingua straniera e l’orale potrà riguardare inoltre l’educazione civica. Difficile dire quando finisce l’esame di maturità 2023, perché dipende dal calendario stilato dalle commissioni e anche dal momento del colloquio del singolo studente. In genere gli esami di Stato si concludono entro le prime due settimane di luglio. Nel 2020 e nel 2021, in piena pandemia, l’esame fu solo orale.

Come viene deciso il voto

All’esame di maturità 2023 verranno ammessi gli studenti che hanno ottenuto nelle singole materie almeno 6 decimi e il voto di condotta non può essere inferiore a 6 decimi. Inoltre bisogna aver partecipato alle prove Invalsi (che però non influiscono sulle votazioni di fine anno e dell’esame di Stato) e aver avuto una frequenza alle lezioni di almeno tre quarti il monte ore annuale personalizzato.

Il voto finale dell’esame di maturità è espresso in centesimi ed è così strutturato:

  • massimo 40 punti dal credito scolastico
  • massimo 20 punti per la prima prova
  • massimo 20 punti per la seconda prova
  • massimo 20 punti per il colloquio orale
  • massimo 5 punti di bonus assegnati dalla commissione

Si passa con almeno 60/100 e per i migliori studenti è previsto  il punteggio di 100 con lode.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -