Sono i tre punti fermi sottolineatii oggi dall’assessore alla cultura Eugenio Giani come base per la prossima edizione dell’Estate Fiorentina, l’ultima organizzata dall’attuale Giunta di Palazzo Vecchio. Prima di tutto la riconferma di Fabio Caselli, coordinatore di FI.ESTA 2008. “Verificherò – ha detto Giani- la possibilità di prorogare l’incarico visto la competenza adeguata e la serietà. In questo modo possiamo metterci al lavoro più velocemente”.

Secondo punto gli sponsor, “da collegare ad eventi specifici e mirati in modo che l’impegno dello sponsor venga valorizzato al massimo e non vada a finire nel calderone generale dell’estate”.

Infine i luoghi. I possibili scenari dell’Estate Fiorentina potrebbero essere il Parterre, l’Ippodromo, del club sportivo del velodromo delle Cascine. Riconfermato lo Sferisterio; Giani non nascode la volontà di poter utilizzare l’anfiteatro. “Ma su questo ancora non posso dare certezze – ha precisato l’assessore alla cultura-, prima devo fare le dovute verifiche con i tecnici”.

Giani ha espresso la volontà di raddoppiare il budget destinato alle associazioni culturali fiorentine. “Vorrei portare la cifra complessiva a 220mila euro da destinare alle 95 associazioni che tanto fanno per la nostra città a livello culturale”.

Per quanto riguarda il resoconto dell’ultima estate in tutto ci sono stati 241 giorni di eventi con 145mila presenze con un costo di circa 767mila euro. Fra gli eventi quelli che hanno riscosso maggior pubblico sono stati il concerto di Ligabue (36mila persone in una sera), lo spettacolo di Mtv a piazzale Michelangelo (18mila), i tre giorni della III edizione di Nextech festival con 10mila presenze.

Successo anche per la musica classica con oltre 9mila presenze in 14 giorni per il Festival Firenze Classica, 7500 presenze per i concerti organizzati dall’accademia di San Felice alla chiesa di santo Stefano a Ponte Vecchio e alla basilica di San Lorenzo. “Rispetto alla precedente edizione – ha detto Fabio Caselli- ci sono state 514 mila euro in meno. Il comune ha raddoppiato il budget per far fronte alla diminuzione del contributo da parte degli sponsor. L’anno scorso il comune aveva impiegato 214mila euro circa mentre quest’anno il contributo è stato di 486mila euro e oltre”.