giovedì, 25 Febbraio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Ex calciante preso a martellate

Ex calciante preso a martellate

Roberto Guadagnolo, ex calciante attualmente agli arresti domiciliari è stato violentemente aggredito in casa sua, ieri sera. Ingnoti col volto coperto da caschi si sono introdotti nella sua abitazione e lo hanno colpito con un martello. Domenica mattina era toccato alla sua convivente, ferita al al volto e alla testa, pare per questioni di soldi.

-

Le sue ferite sono  state giudicate guaribili in  30 giorni, quelle della compagna in 25 giorni. Dopo la prima aggressione Guadagnolo aveva spiegato ai Carabinieri di aver riconosciuto negli aggressori due albanesi conosciuti in carcere.

Poi il gorgo di violenza di ieri sera, e le martellate che gli hanno provocato serie ferite: Guadagnolo avrebbe però chiamato l’ambulanza solo dopo molte ore dall’incidente, alle 2 di stanotte.

I Carabinieri sono al lavoro per ricostruire il doppio agguato e per capirne le vere motivazioni. 

Ultime notizie

Il colore della Toscana la prossima settimana: zona arancione o rossa?

Osservate speciali Pistoia e Siena. Il colore della Toscana prossima settimana sembra probabile che resti lo stesso, ma per metà marzo si riaffaccia il rischio di passare da zona arancione a rossa

Dati, Covid in Toscana: oggi più di 1.300 contagi. Bollettino del 25 febbraio

La soglia psicologica degli oltre 1.000 contagi giornalieri non veniva superata ormai da due mesi e mezzo. Sopra quota 1.000 anche in ricoveri. Ecco i dati del bollettino Covid della Regione Toscana aggiornato a oggi (25 febbraio)

In quanti in macchina: zona gialla, arancione e rossa, quante persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona gialla, arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid del governo Draghi

La Fiorentina deve guardare avanti, parola di Benzivendolo

Sorprese, delusioni, chi deve restare e chi deve andare via se la Fiorentina vuole tornare grande. Secondo il "Benzivendolo" Andrea Di Salvo è già tempo di scelte forti