Inoltre, è stato completato anche il tratto in corrispondenza dello svincolo di Lastra a Signa, cioè fra il km 5+500 e 5+900, sulla carreggiata in direzione Firenze. La riapertura tra Lastra a Signa e Ginestra, inizialmente prevista per il 31 marzo, è stata posticipata di qualche giorno a causa delle cattive condizioni climatiche delle ultime settimane che hanno richiesto qualche breve sospensione dei lavori.

In questo tratto, pertanto, ora sono completati tutti i lavori di adeguamento della Fi-Pi-Li. Adesso gli interventi, in linea con quanto affermato dal presidente della Provincia Matteo Renzi, proseguiranno nel tratto compreso fra Scandicci e Lastra a Signa, dove è stata già completata, in anticipo sui tempi previsti, la carreggiata in direzione Mare. Il termine previsto per la conclusione dei lavori, in questo tratto, è fissato per il giorno 25 aprile, ma i tecnici della Provincia contano di poter chiudere i cantieri con una decina di giorni di anticipo.

In tal modo verrà presto raggiunto l’obiettivo finale dell’amministrazione provinciale: la ultimazione dei lavori con la chiusura di tutti i cantieri del tratto di competenza dell’ente fiorentino e la conseguente riapertura al traffico prevista per la fine di maggio, salvo un ulteriore anticipo che i tecnici contano di ottenere se le condizioni meteo saranno favorevoli.

Gli interventi di adeguamento e messa in sicurezza della Fi-Pi-Li hanno interessato le pavimentazioni della Sgc, con la stabilizzazione del sottofondo e l’utilizzo del manto di usura drenante e fonoassorbente, materiali che favoriscono l’eliminazione di acqua in caso di pioggia e la riduzione delle emissioni acustiche nelle zone adiacenti la strada. Altre lavorazioni hanno riguardato le barriere di sicurezza che sono state sostituite per adeguare l’arteria alle vigenti normative ed è stato migliorato il sistema di regimazione delle acque con il potenziamento della regolazione idraulica. Infine, è stata predisposta la rete informatica con la posa della fibra ottica.