venerdì, 9 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Fi-Pi-Li: le cose da sapere...

Fi-Pi-Li: le cose da sapere sui lavori tra Montelupo e Ginestra

Al via la messa in sicurezza della superstrada Firenze-Pisa-Livorno. Le risposte ai dubbi più comuni: quanto durano i lavori, cosa cambia per il traffico, quale il percorso alternativo

-

Lavori al via, con il rischio di traffico e disagi sulla Fi-Pi-Li per chi si sposta verso il mare e verso Firenze. Il maxi cantiere interessa il tratto della superstrada compreso tra gli svincoli di Montelupo Fiorentino e Ginestra fiorentina, in entrambe le direzioni, e durerà a lungo , anche durante il periodo caldo degli esodi estivi verso la costa.

Quando iniziano e quanto durano i cantieri tra Ginestra e Montelupo

Gli interventi prendono il via il 27 maggio 2019 e dureranno, secondo quanto comunicato dalla Regione e assicurato dalla ditta appaltatrice, 8 mesi. Chi viaggia lungo la  Firenze – Pisa – Livorno dovrà fare i conti con il cantiere fino agli ultimi giorni di gennaio 2020.

Inizia così il piano della Regione Toscana e della Città metropolitana di Firenze per la messa in sicurezza della strada di grande comunicazione, con lo stanziamento di 26 milioni di euro e interventi in più punti. Solo per il tratto Montelupo-Ginestra è previsto investimento di 6,4 milioni di euro.

In seguito partiranno altri lavori nel tratto tra Montelupo ed Empoli Est, per 5,2 milioni di euro, ma è ancora presto per avere dettagli perché sono in corso le procedure di appalto.

Cosa cambia per la circolazione sulla SGC

Per consentire le opere saranno chiuse a fasi alterne diverse parti della carreggiata, ma i lavori occuperanno sempre due corsie, i veicoli avranno quindi a disposizione solo una corsia per senso di marcia e questo potrebbe causare traffico sulla Fi Pi Li. Per la maggior parte del tempo la riduzione di carreggiata non interesserà tutto il tratto tra Montelupo e Ginestra, ma la metà del percorso, circa 2 chilometri. Non è prevista la chiusura totale del tratto, chiarisce la Regione Toscana.

La prima fase dei cantieri, comunica la Città metropolitana di Firenze, comporta la chiusura delle corsie di sorpasso, sia verso Firenze sia verso Pisa e il mare, con l’area di cantiere che occuperà il centro della strada, mentre gli svincoli per Ginestra e Montelupo rimarranno aperti.

A cosa servono i lavori sulla Firenze Pisa Livorno

Gli interventi consentiranno di migliorare la sicurezza di questa arteria di comunicazione: gli operai metteranno a norma le barriere laterali e centrali, sostituendo quelle esistenti con nuovi new jersey e guard rail. La strada sarà completamente riasfaltata con materiale drenante e fonoassorbente, verrà rifatta la rete di drenaggio delle acque e lungo questo tratto sarà fatta passare anche la fibra ottica per un miglioramento tecnologico dell’infrastruttura.

Rischio traffico sulla Fi-Pi-Li, come informarsi

I lavori sulla Fi-Pi-Li potranno quindi appesantire il traffico con rallentamenti e code, soprattutto nelle ore di punta, non solo tra gli svincoli di Ginestra fiorentina e Montelupo, ma anche nei tratti precedenti al cantiere. La Città metropolitana di Firenze invita quindi a informarsi sempre sulle condizioni del traffico, via radio, online, su Facebook, scaricando l’app per cellulare “SGC Fi-Pi-Li”. Per aggiornamenti sulle fasi dei lavori sulla Fi-Pi-Li è attivo anche un sito ed è possibile chiamare il numero verde 800-110270.

Percorso alternativo lavori Fi Pi LIPercorsi alternativi per i lavori sulla Fi-Pi-Li

La Città metropolitana indica infine alcuni itinerari alternativi per chi non vorrà incappare nel cantiere. Per spostarsi fra Montelupo e Ginestra, si può percorrere sulla SP 12 “Val di Pesa”, mentre per i viaggi più lunghi viene consigliata l’autostrada A11 Firenze – mare (in verde nella foto, mentre il tracciato rosso è quello della Fi-Pi-Li).

Ultime notizie

Cosa fare e cosa vedere a Firenze: eventi del 10 e 11 ottobre

6 idee per passare il fine settimana a Firenze: la guida ai principali eventi in programma tra sabato 10 e domenica 11 ottobre 2020 (anche con cose da fare al coperto in caso di pioggia)

Perché vedere la mostra di Massimo Sestini al Forte Belvedere

Una Toscana ritratta da 2000 piedi di altezza: sulla "terrazza panoramica" di Firenze la mostra del fotoreporter Massimo Sestini per gettare uno sguardo inedito sulla nostra regione

Manifestazione del 9 ottobre a Firenze: sciopero del clima

Sesto sciopero del clima in piazza Santissima Annunziata. I motivi della manifestazione del 9 ottobre organizzata dai Fridays for future di Firenze

Piazza Nencini? No, a Firenze sud c’è piazza del Bandino

Nasce l’idea di intitolarlo a Gastone Nencini, ma il nome di quello slargo è uno solo per tutti: piazza del Bandino. Adesso lo sarà anche nelle carte del Comune di Firenze