lunedì, 27 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaFiesole celebra la Festa della...

Fiesole celebra la Festa della Toscana

Lo scultore Igor Mitoraj e il poliedrico Gianfranco Draghi saranno i protagonisti della Festa della Toscana di Fiesole. Tre giorni di iniziative per ricorda l'abolizione della pena di morte in Toscana, primo paese nel mondo, nel 1786.

-

Il Comune di Fiesole ha organizzato anche quest’anno, per la Festa della Toscana, una serie di iniziative.

La Festa è stata indetta per il 30 novembre, dal Consiglio Regionale, per ricordare l‘abolizione della pena di morte avvenuta in Toscana, primo paese al mondo, nel 1786.

“Arti, Culture, Futuro” è il tema delle iniziative in calendario quest’anno a Fiesole che saranno incentrate sulle figure di due artisti: lo scultore di fama internazionale Igor Mitoraj e il poliedrico Gianfranco Draghi.

Si parte sabato 28 novembre, alle ore 10.30, alla Basilica di Sant’Alessandro con la Lectio magistralis di Igor Mitoraj.

Si prosegue domenica 29, alle ore 17, alla Sala Antiquarium Costantini con l’inaugurazione della mostra “I volti della creatività. Dipinti, sculture, tessuti, burattini…e altro ancora” di Gianfranco Draghi, che rimarrà aperta fino a domenica 20 dicembre.

Nel corso della mostra l’artista incontrerà i ragazzi delle scuole elementari e medie per parlare delle sue opere e leggere le sue poesie e alcuni suoi brani tratti dal libro per ragazzi “L’orso europeo”.

Ultimo appuntamento per festeggiare la “Festa della Toscana” domenica 5 dicembre, alle ore 17, sempre alla Sala Antiquarium Costantini, con la presentazione del libro di Gianfranco Draghi “L’allocco e altre cose famigliari” edito da Il ponte del sale, 2009.

 

 

 

Ultime notizie