La delibera (“Primi interrventi finanziari da attivare”) è stata adottata dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Protezione civile Marco Betti, e fa seguito al decreto del presidente Martini, dello scorso 7 aprile, con cui è stato dichiarato lo stato di emergenza regionale.

“Abbiamo ritenuto doveroso – questa la dichiarazione dell’assessore Betti – fornire con immediatezza risposte operative a un pressante bisogno del nostro territorio venendo incontro alle richieste giunte”.

In base alle norme che in Toscana regolano la Protezione civile, il provvedimento ammette a finanziamento i Comuni di Bagni di Lucca, San Romano in Garfagnana, Piazza al Serchio, Fabbriche di Vallico, Barga, Minucciano nonché la Provincia di Lucca. Due gli allegati: il primo (per un totale di 69.594 euro) riguarda gli interventi di soccorso mentre il secondo (per un totale di 822.732 euro) si riferisce a interventi urgenti di ripristino.

Nell’ambito del soccorso sono finanziati in particolare (con il 100%) contributi per l’autonoma sistemazione (durata tre mesi) dei nuclei familiari evacuati nei territori di Bagni di Lucca e Piazza al Serchio. Ed è finanziato, sempre con il 100%, lo studio per la definizione dei primi interventi urgenti nell’abitato di Ponte a Serraglio. Finanziati inoltre, con percentuali di contributo che variano dal 50 all’80%, interventi di soccorso per la prima messa in sicurezza dei movimenti franosi in località Ponte al Serraglio, Molino di San Donnino, Villetta e San Romano.

La parte più consistente della delibera (gli 822.732 euro) riguarda gli interventi di ripristino urgente sui vari fronti franosi. Questo il dettaglio dei finanziamenti sulle diverse frane: Ponte al Serraglio con messa in sicurezza dell’edificio evacuato e approfondimento delle situazioni di pericolo sull’intero versante (200.000 euro); Molino di San Donnino (94.600 euro), località Villetta (87.000 euro), strada comunale del Porcidume (96 mila euro), strada comunale Molini – Medicciana (100.000 euro), strada provinciale 7 di Loppia in località Palmente nel Comune di Barga (200.000 euro), strada provinciale 16 di San Romano in Garfagnana (45.132 euro).