Positivi i risultati dell’azione svolta dalle forze di polizia in tutta la regione nel primo semestre 2008. Piu’ interventi anticontraffazione (+33,58%) e piu’ prodotti sequestrati (+12,91% pari a oltre 1 milione di pezzi), maggiori controlli contro spaccio e traffico di sostanze stupefacenti (+44,54%) con aumento della droga sequestrata (+57,45%), meno furti e rapine in banca (-48,74%).

Questi alcuni dei dati presentati ieri in Prefettura a Firenze nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il prefetto Andrea De Martino, il questore di Firenze Francesco Tagliente, i comandanti regionali dei Carabinieri Ugo Zottin e della Guardia di Finanza Giorgio Toschi.Obiettivo dell’incontro fare il punto sull’azione svolta dalle forze di polizia che hanno realizzato, nei primi sei mesi del 2008 come nell’anno passato, un programma d’interventi per la sicurezza con azioni coordinate sull’intero territorio regionale

L’attivita’ di prevenzione e contrasto si e’ concentrata sui tre versanti della lotta alla contraffazione di merce, al traffico e spaccio di stupefacenti e allo sfruttamento della prostituzione, con modalita’ operative gia’ sperimentate con successo lo scorso anno. Attenzione particolare e’ stata riservata alla contraffazione di prodotti nocivi per la salute ed all’esercizio della prostituzione in luoghi abitualmente frequentati da famiglie e minori.

A questi obiettivi, e’ stato aggiunto nell’anno in corso anche un forte impegno sul fronte di alcuni reati predatori per arrestare la pericolosa crescita registrata nel 2007: scippi, borseggi, furti e rapine in abitazione, in esercizi commerciali, in banca, in uffici postali. “Si e’ deciso di puntare in tutto il territorio regionale su quei fenomeni – ha spiegato il prefetto – che incidono di più sulla percezione di sicurezza dei cittadini.

Spaccio di droga, prostituzione, vendita di prodotti contraffatti, furti e rapine creano forte allarme sociale in buona parte delle province toscane. Il coordinamento regionale ha permesso di organizzare meglio la risposta delle forze di polizia con un continuo scambio di informazioni e una strategia complessiva sviluppata su tutto il territorio toscano.  “Quest’ultima operazione – ha sottolineato De Martino riferendosi al recente sequestro di oltre un milione e mezzo di scarpe per bambini contraffatte – conferma che e’ giusta la scelta di puntare sul coordinamento regionale. Dopo un anno e mezzo di attività, e’ cresciuta la capacità di colpire i centri nevralgici della criminalità in Toscana. Questo obiettivo e’ stato raggiunto facendo squadra tra tutte le forze di polizia”.