mercoledì, 14 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Firenze si impegna per la...

Firenze si impegna per la pace

Una mozione per impegnare il sindaco «a proseguire nel supporto di azioni positive volte al raggiungimento della pace e della non violenza». E' stata approvata stamani, 27 luglio, dalla settima commissione consiliare.

-

E’ stata approvata all’unanimità dalla settima commissione consiliare, presieduta da Susanna Agostini, una mozione che impegna il sindaco a “proseguire nel supporto di azioni positive nazionali ed internazionali, fin qui intraprese dalla Città di Firenze, volte al raggiungimento della Pace e della non violenza“. 

Come si ricorda nel documento della mozione, lo scorso 23 giugno, in occasione della Conferenza di Riesame del Trattato di Non Proliferazione del 2010, la Camera dei Deputati ha infatti approvato “una mozione che impegna il Governo italiano ad assumere un atteggiamento attivo nel sostegno alle iniziative di disarmo nucleare avanzate dall’Unione Europea”.

Qual è quindi l’impegno della città di Firenze? Firenze ha già aderito a Mayors for Peace, organizzazione della quale il sindaco è vicepresidente mondiale e alla Campagna 2020 Vision, “che ha come obiettivo quello di pervenire ad una Convenzione universale per la messa al bando delle armi nucleari a garanzia della Pace, ed a salvaguardia del benessere delle comunità dai sindaci stessi rappresentate”.

Con la mozione approvata stamani l’amministrazione di Firenze si impegna anche “ad attivarsi per iniziative“, coinvolgendo i giovani e le scuole, “per una sempre più diffusa cultura di pace” e “a diffondere una maggiore consapevolezza delle conseguenze, sulle comunità e la vita delle persone, a causa di aggressioni nucleari, chimiche e batteriologiche”. 

 

Ultime notizie

Ambasciatori digitali dell’arte: il progetto degli Uffizi per le scuole

Ripartono i percorsi didattici degli Uffizi per gli alunni delle scuole: cos'è "Ambasciatori digitali dell'arte"

Quarantena e rientro in Italia: per quali Paesi è obbligatoria. E il tampone?

Dalla Romania alla Croazia, passando dall'Albania alla Francia: per chi è obbligatorio l'isolamento fiduciario o il tampone, una volta entrato o tornato in Italia

“Imprevisti digitali” gratis al cinema con Il Reporter

La commedia vincitrice dell'Orso d'argento alla Berlinale arriva al cinema: in palio 20 biglietti per vederla gratis a Firenze

Gli allegati al dpcm del 13 ottobre (pdf): protocolli di sicurezza e regole

L'elenco completo degli allegati al nuovo Dpcm di ottobre, con tutti i protocolli di sicurezza e le regole