Un Natale a base di colori. E’ quello del centro storico fiorentino, dove da ieri sera sono stati sistemati corpi illuminanti di diversi colori per piazze, monumenti e torri. Un gioco di luci, di colori e di ombre come quelle del Perseo, di Medusa, di Ercole e del Centauro che si stagliano nella Loggia dei Lanzi.

L’illuminazione scenografica in occasione delle festività natalizie è stata realizzata dalla SILFI con il contributo di 35.000 euro della Camera di Commercio e sostenuta dall’assessorato alle attività produttive del Comune di Firenze. Da ieri sera e fino al prossimo 7 gennaio, 101 corpi illuminanti alterneranno i colori ogni dodici minuti ed esalteranno monumenti, torri e piazze. In piazza della Signoria la Loggia dei Lanzi e la Fontana del Nettuno, in piazza Poggi la Porta San Niccolò, in piazza Piave la Torre della Zecca, in piazza Beccaria la Porta Santa Croce, nel piazzale di Porta Romana la Porta Romana.

Gli apparecchi di illuminazione sono stati collocati in modo da essere inaccessibili alle persone e sono alimentati dalla rete di illuminazione pubblica. Le scenografie sono state allestite a seconda delle caratteristiche dei monumenti da illuminare: in particolare, per le porte di accesso alla città e per le torri, sono state illuminate e messe in evidenza le facciate e le lunette, mentre per le statue ed i loggiati sono stati evidenziati i dettagli caratteristici.

Ad esempio, il Nettuno e la Loggia dei Lanzi sono stati illuminati soltanto con il bianco neutro per esaltare maggiormente i pregiati materiali utilizzati. Porta Romana con una bicromia a variazione lenta con un viola tendente a fucsia. Porta della Zecca ha una colorazione bicroma a facce alternate, azzurro-ambra, così da simulare una rotazione del colore. Porta alle Croci ha una colorazione tricomatica.dal rosso, al viola, all’ambra.