giovedì, 13 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaGaldiolo non ha la Sla,...

Galdiolo non ha la Sla, “ma una malattia peggiore”

L'ex difensore della Fiorentina degli anni '70 Giancarlo Galdiolo non è affetto da Sla, ma da demenza prontotemporale. Ad affermarlo è il figlio Alberto, 31 anni. “Magari mio padre avesse la Sla, almeno potrebbe comunicare con noi” ha detto commuovendosi.

-

“Magari mio padre avesse la Sla, almeno potrebbe comunicare con noi, invece non è così e in agosto la situazione è peggiorata”. A dichiararlo è stato Alberto Galdiolo, 31 anni, figlio dell’ex difensore della Fiorentina Giancarlo (62 anni). Ad affliggere il padre non è la sclerosi laterale amiotrofica, la malattia che ha colpito anche un altro ex giocatore viola, Stefano Borgonovo, bensì un’altra malattia neurodegenerativa.

 

DEMENZA PRONTOTEMPORALE.  ”Soffre di una demenza prontotemporale che genera il deterioramento connettivo partendo dal cervello. Mio padre – ha continuato Alberto Galdiolo – ha bisogno di attenzioni 24 ore su 24”.

FORMAZIONE MALEDETTA. Con il caso Galdiolo si allunga la lista nera degli ex giocatori che militavano nella formazione viola negli anni ’70, colpiti precocemente da gravi malattie. Bruno Beatrice è scomparso nel 1987 di leucemia, Nello Saluttti è stato colpito d’infarto sette anni fa, un anno dopo Ugo Ferrante è venuto a mancare un anno dopo per un tumore.

Ultime notizie