lunedì, 5 Dicembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaGiardini e parchi chiusi a...

Giardini e parchi chiusi a Firenze: “Basta con le passeggiate”

“Troppa gente in strada e nei parchi”: il sindaco Nardella invita tutti a stare a casa. E intanto scatta la serrata verde: i cancelli dei giardini pubblici vengono chiusi per evitare assembramenti di persone

-

- Pubblicità -

Ragazzi che si ritrovano in gruppo, bambini che giocano a calcio, addirittura picnic all’aria aperta come se fosse una normale giornata di marzo. Dopo le numerose segnalazioni arrivate alla polizia municipale sul mancato rispetto delle regole anti-affollamento per il coronavirus, a Firenze 56 tra giardini e parchi pubblici dotati di cancelli saranno chiusi fino a nuova disposizione, mentre Palazzo Vecchio annuncia il pugno duro con maggiori controlli dei vigili nelle altre aree verdi che non sono recintate.

Perché i giardini pubblici di Firenze sono stati chiusi

La giornata con le maggiori segnalazioni è stata quella di giovedì 11 marzo, caratterizzata dal bel tempo, con un alto afflusso di persone nei parchi pubblici fiorentini, senza il rispetto della distanza minima soprattutto intorno a scivoli, altalene e giochi per bambini. “Questo ci ha costretto a chiudere i giardini dotati di cancelli, che sono chiusi fino a nuove disposizioni – dice l’assessore all’Ambiente del Comune di Firenze Cecilia Del Re – gli altri saranno aperti ma maggiormente presidiati, grazie al servizio della Polizia municipale che potrà ora concentrarsi su minori spazi da controllare”.

“Farsi una passeggiata non è un motivo di necessità”

- Pubblicità -

L’indicazione è chiara: stare a casa, uscire solo strettamente necessario, anche se è bel tempo. Sta al buon senso di tutti evitare che ci sia una gran massa di persone in giro per le strade e nei parchi pubblici, dove è più probabile che si formano assembramenti di persone.

Farsi una passeggiata non è un motivo di necessità – ha detto il sindaco Nardella durante la diretta Facebook dalla sua abitazione dove si trova in quarantena – capisco quanto sia faticoso stare in casa chiuso dalla mattina alla sera, ma per il bene vostro e degli altri rinunciate a fare la vostra passeggiata. Non è vietato uscire da soli per prendere una boccata d’aria – ha chiarito il primo cittadino – ma è fortemente raccomandato ridurlo allo stretto indispensabile”.

- Pubblicità -

Gepostet von Dario Nardella am Donnerstag, 12. März 2020

Anche per chi esce a piedi è necessaria poi l’autocertificazione. “È un sacrificio per tutti, ma dobbiamo farlo tutti insieme per uscire il prima possibile da questa situazione – ha aggiunto l’assessore Del Re – Se volete portare fuori il vostro cane fatelo intorno alla vostra abitazione così da non aggregarvi tutti in un medesimo spazio”.

Serrata del verde anche nella piana fiorentina

- Pubblicità -

Misure analoghe sono state prese anche da altri amministrazioni nella Città metropolitana di Firenze: Scandicci ha chiuso i suoi giardini e ha disposto l’utilizzo  dei guanti e il rispetto della distanza minima di un metro per chi usa i fontanelli di Publiacqua. Anche Campi Bisenzio ha deciso la serrata delle aree verdi comunali.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -