mercoledì, 28 Febbraio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaGiochi da tavolo in prestito...

Giochi da tavolo in prestito nelle biblioteche di Firenze

Non solo libri, dvd e periodici. In 5 biblioteche comunali fiorentine, una per quartiere, la novità è il servizio di prestito dei giochi in scatola e di ruolo

- Pubblicità -

-

- Pubblicità -

Le biblioteche comunali di Firenze ampliano il servizio di prestito consentendo di portare a casa anche giochi da tavolo. Il nuovo servizio è diffuso in varie città e paesi italiani e contribuisce a rendere accessibili giochi per tutte le età, da semplici carte a giochi più strategici o di ruolo.

Novità nelle biblioteche fiorentine

A partire dal 15 gennaio 2024, il numero massimo di documenti che si possono prendere in prestito contemporaneamente nelle biblioteche comunali fiorentine si uniforma e cresce, includendo anche i giochi da tavolo. Le nuove limitazioni sono di 8 libri attraverso il prestito locale, 4 volumi tramite il prestito interbibliotecario, 2 periodici e 4 materiali multimediali (CD o DVD). La durata varia: 30 giorni per libri e audiolibri, 7 giorni per materiali multimediali e 15 giorni per periodici.

- Pubblicità -

Tuttavia, le novità non si fermano qui. In specifiche biblioteche come Biblioteca delle Oblate, Mario Luzi (Quartiere 2), Villa Bandini (Quartiere 3), Bibliotecanova Isolotto (Quartiere 4) e Filippo Buonarroti (Quartiere 5), è ora possibile prendere in prestito anche giochi da tavolo, precedentemente disponibili solo per l’uso in loco.

Grazie a questo nuovo servizio, le biblioteche di Firenze ampliano le opportunità di divertimento, offrendo una vasta gamma di giochi: dalle semplici carte ai party game per una serata tra amici o in famiglia, fino ai giochi di strategia più complessi. L’iniziativa enfatizza un approccio inclusivo nei confronti della comunità, promuovendo il gioco da tavolo non solo come divertimento, ma anche come strumento di socializzazione e di gradevole condivisione del tempo con gli altri. È importante considerare che il normale acquisto di alcuni di questi giochi comporterebbe un costo, talvolta anche importante e grazie a questo nuovo servizio si ha l’opportunità di sperimentare.

- Pubblicità -

Come funziona il prestito dei giochi da tavolo nelle biblioteche di Firenze

L’elenco dei giochi disponibili nelle biblioteche comunali di Firenze può essere consultato tramite il catalogo online o direttamente in biblioteca. È consentito prendere in prestito un solo gioco per volta e per un periodo di 15 giorni, con possibilità di rinnovo per altri 15 giorni, a meno che altri utenti non abbiano effettuato prenotazioni.

Il servizio di prestito è aperto a tutti i cittadini italiani e stranieri, senza restrizioni territoriali. Per usufruirne è necessario essere iscritti alle Biblioteche Comunali Fiorentine o a una delle Biblioteche del Sistema Documentario Integrato dell’Area Fiorentina e possedere la tessera rilasciata da una qualsiasi biblioteca della rete. Il prestito è gratuito e personale e si conclude con la restituzione del gioco alla biblioteca.

- Pubblicità -

I documenti presi in prestito vengono registrati sulla tessera dell’utente attraverso un programma informatico. È possibile prenotare giochi o altri documenti già in prestito da parte di altri utenti. Per agevolare l’accesso alla cultura per tutti, le biblioteche offrono anche un servizio di prestito a domicilio rivolto a persone di età superiore ai 65 anni, persone non autosufficienti, disabili o coloro che hanno difficoltà temporanee o in situazioni di emergenza.

Chi smarrisce o danneggia un gioco in prestito è tenuto a sostituirlo a proprie spese entro 15 giorni dalla contestazione. In caso di danneggiamento la mancata riconsegna dei materiali o l’omesso pagamento comporta la sospensione dell’iscrizione e dei servizi associati, con la possibilità di recupero dell’importo dovuto secondo le modalità stabilite dal Comune di Firenze per la riscossione coattiva.

Gioco da tavolo in biblioteca: divertimento, socializzazione e crescita

La crescente popolarità dei giochi da tavolo ha spinto le biblioteche di Firenze a mettere a disposizione dei propri utenti spazi dedicati e una selezione dei migliori giochi disponibili.  Questi giochi, adatti per due persone o più, oggi si possono portare anche a casa.

Questa iniziativa si sta diffondendo in molte città italiane, come Milano, Bologna e Trento e in tanti piccoli comuni, dove il prestito dei giochi da tavolo in biblioteca sta guadagnando sempre più terreno. In altre località si favorisce il gioco collettivo e la socializzazione, organizzando tornei o sessioni di gioco per stimolare l’inclusione e favorire momenti di socializzazione tra bambini, ragazzi e adulti.

Il gioco da tavolo e di ruolo è da sempre uno strumento privilegiato per allenare, sviluppare e valutare le competenze cognitive, relazionali ed etiche. Questo approccio consente di lavorare in maniera naturale anche con ragazzi che presentano diverse competenze. L’offerta fiorentina varia tra giochi da tavolo e giochi di ruolo, come il suggestivo “Dixit“, il divertente “Bang!”, lo strategico “Carcassonne” oppure, anche per i più piccoli “Il mio cofanetto Montessori“, “Dobble“. La diversità delle proposte mira a soddisfare le diverse preferenze e a offrire opportunità di apprendimento e socializzazione a tutte le fasce d’età.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -