mercoledì, 22 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaGiovane strangolata, domani l'autopsia

Giovane strangolata, domani l’autopsia

E' stato un operaio 35enne ad uccidere una 20enne in provincia di Lucca, dopo che la giovane aveva rifiutato un suo approccio. Ai carabinieri, l'omicida aveva provato a raccontare un'aggressione da parte di due uomini, ma dopo alcune ore di interrogatorio ha confessato il delitto.

-

Sarà dunque eseguita domani l’autopsia sul corpo della ventenne strangolata nelle campagne lucchesi. L’autore dell’omicidio sarà invece interrogato il prossimo venerdì dal gip nel carcere di San Giorgio, a Lucca, dove è recluso.

L’OMICIDIO. Strangola una 20enne con cui aveva provato un approccio, poi finge di essere stati vittima di un’aggressione e alla fine confessa l’omicidio. I carabinieri hanno arrestato un operaio di 35 anni originario di Pisa.

L’uomo aveva chiamato i carabinieri raccontando di essere stato vittima di un’aggressione da parte di due uomini incappucciati mentre si era appartato con una giovane sul greto del fiume Serchio, in provincia di Lucca, e che la ragazza era stata uccisa.

I militari dell’arma sono accorsi sul posto. Poi è iniziato l’interrogatorio dell’uomo, che dopo circa 4 ore ha confessato di aver strangolato lui la 20enne, dopo che lei aveva reagito a un suo approccio.

 

Ultime notizie