lunedì, 15 Luglio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaIl funerale di Giuseppe Matulli,...

Il funerale di Giuseppe Matulli, il “babbo” della tramvia

"Un politico di rango", dice il primo cittadino di Firenze Dario Nardella. Matulli si è spento all'età di 85 anni. Lunga la sua carriera, da Marradi a Roma fino a Palazzo Vecchio

-

- Pubblicità -

Firenze dà l’ultimo saluto a Giuseppe Matulli, politico di primo piano in città: tra i ruoli coperti anche quello di vicesindaco nel periodo in cui fu progettato il sistema della tramvia. Ma è stato anche deputato e sottosegretario. “Beppe”, come era chiamato da molti, domenica 11 febbraio si è spento all’età di 85 anni. Oggi la salma di Giuseppe Matulli sarà esposta alla Pieve di San Martino a Sesto Fiorentino, mentre il funerale è in programma a San Miniato martedì.

Il curriculum politico: da Marradi a Roma e ritorno (a Firenze)

Nato a Marradi il 5 dicembre 1938, Giuseppe Matulli è stato un esponente di spicco della Democrazia Cristiana, poi confluito nella Margherita e infine nel Pd. È stato assessore, poi vicesindaco e primo cittadino del suo Paese, Marradi. E ancora consigliere regionale, deputato per due legislature a partire dal 1987, sottosegretario all’Istruzione, ma a Firenze il suo nome è legato soprattutto alla tramvia. Nel 2002, quasi a sorpresa, l’allora sindaco Leonardo Domenici lo nominò vicesindaco, ruolo in cui Matulli rimase anche per la consiliatura successiva fino al 2009.

- Pubblicità -

Fu proprio in questi anni che “Beppe” presentò ai fiorentini, insieme alla sua collega di giunta Tea Albini, il progetto del sistema tramviario cittadino. È fu proprio lui a gestire il periodo difficile dei lavori per la linea 1, tra mille polemiche e numerosi ritardi. Nell’ultima parte della sua vita è stato presidente dell’Istituto storico toscano della Resistenza e dell’età contemporanea.

La camera ardente e il funerale di Giuseppe Matulli: gli orari

Tanti i messaggi di cordoglio, da sinistra e destra. “Con Beppe Matulli se ne va un uomo da cui ho tratto tanti e bellissimi insegnamenti – ha commentato, commosso, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani – Se ne va un politico di cui mi ha sempre colpito la grande forza ideale che era capace di calare nella concretezza dell’amministrare, dando a questa una visione sempre a favore della cittadinanza”. Anche il primo cittadino di Firenze, Dario Nardella, ha ricordato Matulli: “È stato un politico di rango, ha servito la Repubblica italiana, il Comune di Firenze e il suo paese di origine, Marradi, sempre con grande capacità politica e passione. Lo stesso spirito con cui ha formato una generazione di giovani stimolandoli all’impegno civile e politico, dando vita al Centro Toscano di Documentazione Politica”.

- Pubblicità -

La salma sarà esposta oggi, lunedì 12 febbraio, dalle ore 7 alle 19 nella cappella della Pieve di San Martino a Sesto Fiorentino, mentre i funerali si svolgeranno martedì 13 alle ore 11.30 sul “tetto” di Firenze, alla Basilica di San Miniato al Monte.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -