giovedì, 25 Febbraio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Guide turistiche in corteo, "Così...

Guide turistiche in corteo, “Così perdiamo il posto”

Le guide turistiche di tutta Italia invadono Firenze. Erano circa 500 oggi in corteo, per manifestare contro la bozza di legge che prevede l'istituzione della “guida nazionale”. “Svincolando la guida dal legame con il territorio – dichiara Giovanni Tenucci, presidente Agt - si finirebbe per equipararla ai semplici accompagnatori”. Con conseguente taglio dei costi per i tour operator ma perdita del lavoro per le guide di professione.

-

Le guide turistiche di tutta Italia invadono Firenze. Erano circa 500 oggi in corteo, per manifestare contro la bozza di legge che prevede l’istituzione della “guida nazionale”. “Svincolando la guida dal legame con il territorio – dichiara Giovanni Tenucci, presidente Agt – si finirebbe per equipararla ai semplici accompagnatori”. Con conseguente taglio dei costi per i tour operator ma perdita del lavoro per le guide di professione.

BRAMBILLA. La proposta di legge è stata recentemente presentata dal ministro al turismo Michela Vittoria Brambilla. “Si parla di guide e accompagnatori come se già si equivalessero a livello di profilo professionale – continua Tenucci – ma non è affatto così. Svolgono ruoli diversi e complementari e seguono percorsi formativi differenti”. Per fare la guida, infatti, è necessario superare un preciso esame a livello provinciale. E più dei 2/3 di chi ce la fa ha alle spalle una laurea in Lettere, Storia dell’arte o Lingue.

GUIDE LOW COST. Se la norma passasse, insomma, si avrebbe uno svilimento della professione e una probabile perdita del posto di lavoro per le guide professioniste. “I tour operator preferirebbero gli accompagnatori, perché costano meno – aggiunge Valentina Grandi, Confesercenti – e se li ‘porterebbero da casa’, cioè dai paesi del Nord Europa, dove hanno sede i più grandi tour operator”. Producendo un netto calo della richiesta qui in Italia.

IL CORTEO. Il corteo è partito questa mattina alle 13 da piazza della Repubblica e si è diretto prima sul lungarno, poi verso piazza Duomo passando dagli Uffizi. L’approdo finale all’Euromeeting, all’Auditorium di Sant’Apollonia, dove era atteso (ma non si è presentato) il commissario europeo a industria e turismo Antonio Tajani.

Ultime notizie

Dati, Covid in Toscana: oggi più di 1.300 contagi. Bollettino del 25 febbraio

La soglia psicologica degli oltre 1.000 contagi giornalieri non veniva superata ormai da due mesi e mezzo. Sopra quota 1.000 anche in ricoveri. Ecco i dati del bollettino Covid della Regione Toscana aggiornato a oggi (25 febbraio)

In quanti in macchina: zona gialla, arancione e rossa, quante persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona gialla, arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid del governo Draghi

La Fiorentina deve guardare avanti, parola di Benzivendolo

Sorprese, delusioni, chi deve restare e chi deve andare via se la Fiorentina vuole tornare grande. Secondo il "Benzivendolo" Andrea Di Salvo è già tempo di scelte forti

Riapertura di cinema e teatri a marzo in zona gialla: le ipotesi per il Dpcm

Con l'arrivo del nuovo Dpcm di marzo 2021, si torna a discutere della riapertura delle sale nel 2021: quando i cinema e teatri potranno stare aperti in zona gialla?