domenica, 31 Maggio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Il decreto sul 4 maggio...

Il decreto sul 4 maggio e la fase 2, il testo in pdf

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il dpcm che entrerà in vigore a maggio. Novità per spostamenti, sport all'aperto, riaperture dei negozi

-

Il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte ha firmato il 26 aprile il nuovo decreto (dpcm) riguardo alle misure per la fase 2, previste dal 4 maggio 2020  in poi: il testo, disponibile anche in pdf e pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, prevede novità per quanto riguarda gli spostamenti, la riapertura dei negozi e delle attività produttive, nuove possibilità per uscire di casa e per fare sport, oltre a disposizioni per contenere il contagio da coronavirus.

Ecco cosa dice il testo del decreto, in sintesi. In fondo all’articolo il link per scaricare il pdf del decretio.

Spostamenti tra Comuni e regioni, seconde case, quando si potrà uscire di casa

  • Restano vietati gli spostamenti interregionali: secondo il nuovo decreto, anche dopo il 4 maggio non si potrà andare da una regione all’altra, eccetto che per motivi di lavoro o salute.
  • Spostamenti tra Comune e Comune, anche per fare visita ai parenti oltre che per motivi di lavoro, salute e necessità. Quando si andrà a trovare i familiari bisognerà indossare le mascherine e mantenere la distanza di sicurezza di un metro. No a feste private e rimpatriate con i familiari, vietati anche gli assembramenti
  • Cade il divieto esplico di spostamento verso le seconde case
  • Resta l’autocertificazione, ma ci sarà un nuovo modello.
  • Si potrà fare attività sportiva o motoria anche lontano dalla propria abitazione, purché da soli e rispettando la distanza di sicurezza di un metro (che sale a due per le attività fisiche più intense)
  • Riaprono parchi e giardini, ma solo se sarà possibile contingentare gli ingressi. Obbligatorio mantenere le distanze di sicurezza.

Qui i dettagli su cosa prevede il testo del decreto per gli spostamenti, dal 4 maggio in poi.

Il decreto sulla fase 2: da maggio riapertura dei negozi

Il testo del decreto sulla fase 2, scaricabile anche in pdf (vedi link in basso), stabilisce anche un calendario per le riaperture delle attività produttive, dei negozi, dei bar e dei ristornati, ecco le date:

  • dal 4 maggio ripartono manifatturiero ed edilizia, con la riapertura del commercio all’ingrosso legato a questi settori. Sempre da questo giorno è consentito il take away per bar e ristoranti
  • dal 18 maggio riaprono i negozi al dettaglio, come quelli di abbigliamento, oltre che mostre, musei e biblioteche
  • dal 1° giugno riaprono bar, ristoranti, parrucchieri, centri massaggi e centri estetici
  • Quando riaprono palestre e piscine? Ancora non c’è una data

Obbligo di indossare le mascherine. Distanza di sicurezza: cosa dice il decreto

Il nuovo decreto del presidente del Consiglio Giuseppe Conte stabilisce anche le misure per contenere la diffusione del coronavirus dopo il 4 maggio, in una fase in cui bisognerà convivere con il virus. In particolare viene previsto:

  • L’obbligo di indossare la mascherina in luoghi chiusi, che siano accessibili al pubblico, come anche su bus, treni e aerei. Il prezzo sarà calmierato: massimo 50 centesimi a mascherina
  • Bisognerà mettere le mascherine anche quando si vanno a trovare i parenti o quando si partecipa a un funerale (alle cerimonie possono prendere parte solo i familiari di primo e secondo grado, per un massimo di 15 persone)
  • Distanza di sicurezza obbligatoria: bisognerà mantenere la distanza di almeno un metro dalle altre persone.

Cosa cambia dal 4 maggio, il nuovo decreto sulla fase due: scarica il testo del dpcm in pdf

Il dpcm firmato il 26 aprile dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte è stato pubblicato in gazzetta ufficiale il 27 aprile: da questo link è possibile il testo completo in pdf.

Aggiornamenti sul sito del governo.

Ultime notizie

Mascherine gratuite, in Toscana la distribuzione si sposta in edicola

Stop alla distribuzione nelle farmacie, dal 5 giugno le mascherine gratuite si trovano in edicola: come funziona e quante ne spetta a testa

Centri estivi 2020, le linee guida della Regione Toscana

Dal distanziamento al numero di operatori, ecco le linee guida 2020 per i gestori di centri estivi in Toscana: l'ordinanza 61 della Regione

Centri estivi 2020 del Comune di Firenze, iscrizione al via

Sono 28 i centri estivi organizzati dal Comune di Firenze nei cinque Quartieri: domande di iscrizione online dal 1° all'8 giugno

Spiagge libere, le regole per l’estate 2020 della Regione Toscana

Mascherina, distanza tra gli ombrelloni ma niente prenotazione: l'ordinanza 61 della Regione Toscana detta le regole per le spiagge libere