sabato, 15 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaIl federalismo fiscale si sperimenta...

Il federalismo fiscale si sperimenta in Toscana

Comuni, università e Irpet al lavoro con il compito di simulare l'impatto del federalismo fiscale sulle casse della Regione, dello Stato e degli enti locali. Nasce in Toscana l'osservatorio sul federalismo. A costo zero per i contribuenti.

-

A lezione di federalismo fiscale in Toscana. Nasce a Firenze l’osservatorio sul federalismo, grazie alla sinergia tra Regione, Comuni, atenei e Irpet, l’istituto toscano di programmazione economica e finanziaria.

CONTI ALLA PROVA. “L’osservatorio – spiega l’assessore alle finanze, alle riforme e ai rapporti con gli enti locali della Toscana, Riccardo Nencini – dovrà simulare l’impatto sui conti della Regione, dello Stato e degli enti locali dei modelli di federalismo fiscale che il governo prenderà a riferimento”. Ma l’osservatorio non si limiterà a stimare i possibili scenari futuri conseguenti ai decreti attuativi: “avanzerà anche proposte autonome, tecniche – continua Nencini – che spetterà poi alla politica analizzare e prendere in carico. Proposte che la Regione potrebbe a sua volta proporre al governo e che riguarderanno gli ambiti di autonomia tributaria o possibili basi imponibili”.

COSTO ZERO. “Per di più – aggiunge l’assessore – la costituzione dell’osservatorio non costerà alle casse della Regione nemmeno un euro”. La collaborazione con l’Irpet è infatti già coperta da un apposito trasferimento annuale. L’osservatorio si avvarrà naturalmente anche del supporto operativo degli uffici regionali.

Ultime notizie