martedì, 28 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaIl ping pong diventa per...

Il ping pong diventa per non vedenti

Basta una pallina sonora e il tennis da tavolo può essere praticato anche dai non vedenti. Si chiama showdown la rinnovata disciplina sportiva, che approda a Firenze questo weekend. Il 14 e il 15 novembre il circolo Baragli dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti (via Antonio Cocchi 17) ospiterà il primo torneo, intitolato a Francesco Bracci.

-

Ottanta partite in tutto, organizzate dalla Polisportiva Fiorentina non vedenti Silvano Dani e dedicato agli atleti esordienti. Ad affrontarsi saranno le rappresentative maschili e femminili di Firenze (Palettieri Firenze), Bologna (Pat Bologna), Milano (GSD non vedenti Milano Onlus) e Verona.

Pensato per chi non vede, lo showdown – che fa parte delle attività del Cip, Comitato italiano paraolimpico, – può essere però praticato da tutti, dato che per giocare occorre indossare una mascherina sugli occhi.

“Il torneo rappresenta un’importantissima occasione per promuovere lo showdown anche nelle zone in cui è poco conosciuto”, sorride Nicola Vincenti della Polisportiva Dani.

A premiare i vincitori saranno Alessandro e Beatrice Bracci. L’evento è infatti dedicato al loro figlio Francesco, il cui nome è legato ad un’esperienza di condivisione e solidarietà purtroppo finita in tragedia. Francesco ero uno dei componenti di un gruppo di centauri che lo scorso maggio aveva organizzato un raduno nel Chianti per permettere anche ai non vedenti di assaporare l’ebbrezza della corsa all’aria aperta a bordo di una moto. Purtroppo, al ritorno da una cena legata all’iniziativa il giovane s’è scontrato con un’auto che proveniva in direzione opposta. “Ci teniamo a legare il torneo al nome di questo giovane tanto altruista quanto sfortunato”, conclude Vincenti.

Ultime notizie