sabato, 15 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaImprunetana, transito riaperto ai mezzi...

Imprunetana, transito riaperto ai mezzi pubblici

E' stata riaperta al transito dei mezzi pubblici la Sp 69 "Imprunetana" nei pressi di Tavarnuzze, dopo un primo intervento di messa in sicurezza. E oggi inizieranno i lavori per il ripristino dell’attraversamento idraulico interrotto dalla frana e, quindi, della strada provinciale.

-

SP 69 Imprunetana, transito riaperto ai mezzi pubblici.

LAVORI. Grazie a un primo intervento di messa in sicurezza, la Provincia ha infatti consentito il transito sulla SP 69 “Imprunetana” nei pressi della Frazione di Tavarnuzze, riaprendolo anche ai mezzi pubblici. “Questi primi lavori – commenta la vicepresidente Laura Cantini – hanno fatto sì che il disagio degli abitanti di Impruneta fosse circoscritto, infatti pur mantenendo limitato il passaggio dei mezzi privati (quelli inferiori a 3,5 tonnellate) garantisce il transito alle auto e ai mezzi pubblici inferiori alle 4,3 tonnellate”.

EMERGENZE. E oggi inizieranno i lavori per il ripristino dell’attraversamento idraulico interrotto dalla frana e, quindi, della strada provinciale. “Nell’ultimo mese – spiega Cantini –  la Direzione Viabilità ha fatto fronte a diverse situazioni di emergenza dovute alle difficili condizioni atmosferiche, ma abbiamo lavorato per ridurre al minimo i disagi alla cittadinanza e per un completo ripristino delle funzionalità dei tratti interessati. Se i saggi che verranno effettuati domani sulla frana della SP 69 – conclude Laura Cantini – non evidenzieranno danni più rilevanti, in qualche giorno saremo in grado di restituire piena fruibilità alla strada”.

TRASPORTO PUBBLICO. Già da oggi sarà possibile per la Cap mettere in funzione un collegamento tra Impruneta e Tavarnuzze con un mezzo che garantisca ai cittadini il collegamento con l’Ataf a Tavarnuzze e con le corse Cap per Firenze da Impruneta. “L’augurio – conclude il sindaco di Impruneta Ida Beneforti – è che sia possibile intervenire definitivamente in tempi altrettanto brevi. Intanto ringraziamo la Provincia per la tempestività”.

Ultime notizie