Secondo il progetto della Regione i giovani che vengono assunti devono ricoprire cariche effettivamente di responsabilità, in linea con la loro preparazione universitaria.

«Abbiamo costituito un fondo – ha spiegato Simoncini, assessore all’istruzione  – che per il 2008 ammonta a 400 mila euro e mette a disposizione delle piccole e medie imprese toscane un aiuto finanziario per sostenere l’inserimento lavorativo di giovani laureati. Grazie ad esso contiamo di aumentare le opportunità di occupazione qualificata per i giovani e, nello stesso tempo, di introdurre elementi di dinamismo nel mondo delle piccole e medie imprese, favorendone la propensione alla qualità e all’innovazione, fattori cruciali per lo sviluppo competitivo della nostra economia».