Ai ripari contro l'influenza. Con l'arrivo della stagione fredda aumenta il rischio di ammalarsi: “Spesso, l'influenza, viene considerata a torto una banale malattia febbrile, ma non va assolutamente sottovalutata”, ha sottolineato l'assessore regionale al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi.

la campagna

Scatta così la campagna per la vaccinazione antinfluenzale 2016/2017, il cui obiettivo è quello di raggiungere la maggior parte delle persone a rischio con la predisposizione di vaccinazioni offerte gratuitamente. Il picco è previsto tra dicembre e febbraio, e quest'anno – prevedono gli esperti – si preannuncia più aggressiva dello scorso.

le vaccinazioni

La regione Toscana per anni ha avuto percentuali di vaccinazioni molto alte (oltre il 90%), tuttavia da qualche tempo – viene spiegato – si sta registrando una diminuzione della popolazione che si sottopone al trattamento.

le dosi

Sono pronte oltre 700.000 dosi di vaccino, offerte gratuitamente alle categorie a rischio, e alle quali si aggiungono 604.000 dosi di colecalciferolo ( vitamina D), mentre quanti vorranno vaccinarsi, non rientrando in quei parametri, potranno acquistarlo in farmacia. Per i soggetti nati nel 1951, oltre al vaccino antinfluenzale è offerto gratuitamente anche quello per lo pneumococco. Il periodo ottimale per sottoporsi al vaccino – viene spiegato ancora – è il mese di novembre.