martedì, 27 Settembre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaL'11 agosto Firenze festeggia la...

L’11 agosto Firenze festeggia la Liberazione: il programma

La Liberazione di Firenze parte dal ricordo dell'11 agosto 1944 con il suono della Martinella che annunciò alla città il ritorno ad una vita normale

-

Pubblicità

L’11 agosto è il giorno della Liberazione a Firenze. E come ogni anno si festeggia la libertà, la rinascita della città dopo la seconda guerra mondiale. L’11 agosto 1944 il suono della Martinella, la campana della Torre di Arnolfo di Palazzo Vecchio annunciò sostanzialmente alla città il ritorno alla democrazia. Dalle immagini dell’epoca si vede tutta l’emozione di coloro che, dopo anni di sofferenza, tornarono a respirare, a riprendersi la vita.

Il programma degli eventi per l’11 agosto, la Liberazione di Firenze

Ogni 11 agosto, in occasione della Liberazione di Firenze, ci sono diversi eventi in città. Si inizia proprio con il suono della Martinella, in ricordo di quel giorno del 1944. Poi alle 9.45, in piazza dell’Unità, è prevista la deposizione di una corona di alloro da parte delle autorità civili, religiose e militari al monumento ai caduti di tutte le guerre. Al termine della cerimonia ci sarà il corteo fino a piazza della Signoria dove, alle 10.30, sull’arengario di Palazzo Vecchio si terranno le celebrazioni ufficiali con interventi del sindaco Dario Nardella, del presidente della comunità Ebraica Enrico Fink e della presidente dell’Anpi di Firenze Vania Bagni.

Le altre iniziative per festeggiare e ricordare

Pubblicità

In tutta la città l’11 agosto sono previste altre iniziative per festeggiare la Liberazione. Alle 8, al Cimitero di Trespiano, ci sarà la cerimonia di commemorazione dei garibaldini morti nei Balcani. Alle 9 a Palazzo Vecchio, in via dei Gondi, sarà deposta una corona di alloro alla lapide dettata da Piero Calamandrei a ricordo della Liberazione. Il console generale degli Stati Uniti Ragini Gupta visiterà la mostra ”Nonostante il lungo tempo trascorso… Le stragi nazifasciste nella guerra di liberazione 1943-1945”, in corso a Palazzo Strozzi Sacrati: qui sarà presente anche il governatore toscano Eugenio Giani. Nonostante il caldo (ma in questi giorni c’è una piccola tregua), sono attese tante persone.

Pubblicità

Ultime notizie