Anche il presidente della Provincia di Firenze, Matteo Renzi, venerdì 6 giugno sarà a Sesto Fiorentino per partecipare al convegno di presentazione della ricerca “Banca delle Qualità Toscane”, che si svolgerà alle 9.30 nel Museo Richard-Ginori della manifattura di Doccia. Oggetto dell’indagine: le imprese, gli enti, le amministrazioni, le associazioni, le reti e le realtà del terzo settore che sono protagonisti in Toscana dell’economia della qualità. Il programma dei lavori prevede gli interventi iniziali di Alberto Piantoni (Ad Richard Ginori), del presidente della Provincia Renzi e di Fabio Renzi, segretario generale di Symbola. Seguiranno le relazioni di Ambrogio Brenna (Assessore Attività produttive della Regione Toscana) e di Gabriello Mancini (Presidente della Fondazione Mps). Le conclusioni saranno tratte da Ermete Realacci, presidente di Symbola.

La Banca delle Qualità è infatti uno strumento conoscitivo promosso da Symbola finalizzato a raccogliere, analizzare e raccontare le tante storie italiane di successo, fondate sulla qualità: una banca dati, nella quale organizzare le informazioni relative ai tanti protagonisti della soft economy italiana. Oltre che uno strumento conoscitivo, la Banca si propone di divenire un volano per la diffusione della cultura, della qualità e delle prassi di successo.

La Toscana rappresenta quindi il terreno d’avvio dell’indagine Banca delle Qualità italiane, occasione per sperimentare un modello d’analisi dell’economia della qualità a livello territoriale. Obiettivo della ricerca è quello di descrivere i molteplici percorsi di valorizzazione dell’identità culturale, sociale e produttiva che in maniera diffusa caratterizzano la regione. Un modo per capire cosa è la Toscana oggi e dove sta andando. L’iniziativa di Sesto Fiorentino è promossa da Symbola in collaborazione con Fondazione MPS e Regione Toscana – Museo Richard-Ginori della Manifattura di Doccia di Sesto Fiorentino.