La colonnina a emissioni zero è dotata anche di un funzionale display che evidenza i kilowatt di energia elettrica prodotta e l’anidride carbonica non immessa nell’aria, non produce sostanze inquinanti e vi si possono attaccare fino a 4 motorini alla volta. Le nuove colonnine quindi sostituiranno quelle ormai obsolete, grazie al progetto approvato dalla giunta di Palazzo Vecchio, che sarà finanziato dalla Regione Toscana nell’ambito del Pac (Piano comunale antismog) con uno stanziamento di 225 mila euro.

Le nuove colonnine verranno collocate in via dell’Agnolo, lungarno Colombo, via Sarpi, via del Ghirlandaio, via Erbosa, via Gian Paolo Orsini, via Santa Lucia, via Finiguerra, via delle Torri, via Pio Fedi, via Osteria, via Baracca, via Forlanini, via Forlanini, via Gemignani, piazza 1° Maggio, via della Fonderia, piazza Cavalleggeri, piazza Tasso, viale Fanti.

Saranno invece raddoppiate le postazioni esistenti in piazza della Libertà, piazzale di Porta a Prato, piazza Pier Vettori, viale dei Mille, via Torta, piazza D’Azeglio, piazza Alberti, piazza Dalmazia, via Bonifacio Lupi e Borgognissanti. Si procederà invece alla sostituzione delle colonnine di vecchia generazione collocate in piazza Cestello, piazza Ghiberti, piazza Brunelleschi, viale Volta, viale dei Pini, via di Scandicci, piazza San Marco, piazza Pitti e piazza Adua.

“E’ la prima postazione a Firenze ad emissioni zero – ha detto l’assessore all’ambiente Claudio Del Lungo- che consente di misurare anche il risparmio di anidride carbonica per i kilowatt consumati. Attualmente sono 110 le colonnine a per la ricarica dei veicoli elettrici. Ma ne sono in arrivo molte altre. Ventuno verranno installate ex novo, dieci verranno raddoppiate nelle loro attuali postazioni e 9 verranno sostituite con prese di un ultimo modello Cives”.