lunedì, 14 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaLa Croce Rossa: "Vagni, persi...

La Croce Rossa: “Vagni, persi i contatti”

L'allarme arriva dalla Croce Rossa Internazionale, secondo cui sarebbero stati persi i contatti con Eugenio Vagni, il cooperante italiano originario di Montevarchi rapito il 15 gennaio scorso nelle Filippine dai guerriglieri islamici di Abu Sayyaf. Lanciato un appello ai rapitori.

-

Dal suo sequestro sono passati esattamente 4 mesi, e la Croce Rossa Internazionale ora lancia l’allarme: “Persi i contatti con Eugenio Vagni”.

Il cooperante italiano, originario di Montevarchi, era stato rapito il 15 gennaio scorso nelle Filippine dai guerriglieri islamici di Abu Sayyaf. E ora con lui, secondo la Croce Rossa, sarebbero stati persi i contatti.

L’organizzazione ha lanciato anche un nuovo appello al commando che tiene in ostaggio Vagni: “Eugenio ha 61 anni, è prigioniero da 120 giorni ed è in condizioni molto difficili, nella giungla, alle prese con lo stress e la fatica che non gli lasciano tregua”.

Intanto, i soldati filippini hanno intensificato le ricerche di Vagni.

Ultime notizie