Il tema di questa edizione è “Imparare a consumare meno e a vivere meglio” che si collega con l’obiettivo della manifestazione che non è tanto quello di demonizzare l’acquisto in se’, ma piuttosto la sua degenerazione, spesso causa di sfruttamento delle risorse naturali e umane, per non parlare dell’enorme quantità di rfiuti che produce.

La giornata prevede alle 15 un incontro sui Gruppi di Acquisto Solidale “Un modo diverso di fare la spesa, consapevole, solidale, in gruppo: i GAS e non solo“, alle 17 invece quello su “Le banche del tempo a Firenze: cosa sono, come funzionano“.

Ma la giornata sarà arricchita anche da iniziative come l’angolo del baratto, dove scambiare oggetti portati da casa, le musiche e danze del gruppo “I Tarantolati“, assaggi di prodotti del commercio equo e solidale e biologico, le animazioni e i giochi per bambini e gli stand delle associazioni AIAB, Bilanci di Giustizia, Il Villaggio dei Popoli e dei GAS Equobaleno e Todomundo.