mercoledì, 27 Maggio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica La "partecipazione" fa scuola a...

La “partecipazione” fa scuola a Parigi

il modello di partecipazione toscana protagonista della V conferenza europea sulla qualità dei servizi pubblici che si terrà a ottobre a parigi

-

La legge sulla partecipazione della Toscana, approvata dal Consiglio regionale a dicembre, sarà infatti una delle buone pratiche protagoniste della quinta Conferenza europea sulla qualità dei servizi pubblici.

L’appuntamento è a Parigi, ad ottobre. La prossima edizione sarà dedicata al ruolo giocato dai cittadini e dai portatori di interesse nel determinare la qualità dei servizi e delle politiche pubbliche.

Il dipartimento della funzione pubblica del Consiglio dei ministri italiano ha selezionato la legge toscana, un testo che guarda sicuramente alle esperienze d’Oltralpe ma è anche molto toscano, e l’Azienda sanitaria di Nuoro, che sta portando avanti un progetto per coinvolgere i cittadini nel monitoraggio e nella valutazione dei servizi sanitari.

La scelta ‘partecipativa’ della Toscana non sta comunque solo nella legge approvata a dicembre. Modelli e strumenti di partecipazione si ritrovano nella proposta di legge sui servizi pubblici locali che la giunta si accinge a proporre.

Sulla sanità invece (e sul ticket sanitario in particolare) la giunta ha organizzato l’anno scorso il secondo electronic town meeting di Marina di Carrara: una grande ‘assemblea’ telematica che ha permesso di coinvolgere in una discussione vera, per un giorno intero, centinaia di cittadini.

Della legge sulla partecipazione toscana si è parlato nei giorni scorsi anche a Perugia. L’assessore alle riforme Agostino Fragai ha raccontato il modello scelto dalla Regione nel corso di un convegno che si è svolto a Palazzo Cesaroni il 6 marzo, organizzato dal Consiglio regionale umbro.

Ultime notizie

Coronavirus, in Toscana 12 casi e sei decessi: il bollettino del 27 maggio

Numeri stabili, sempre meno gli attualmente positivi: le ultime notizie di oggi, 27 maggio, sul contagio da coronavirus in Toscana

Il giardino Bardini riapre con orario prolungato (e 2 sorprese)

Orario prolungato, merenda gratis per i bambini durante i weekend e alla sera uno spettacolo tricolore sulla facciata della villa. Torna a vivere uno dei più bei parchi monumentali di Firenze

Il piano Rinasce Firenze per riportare i residenti in centro

Divieto ai bus turistici, censimento delle false residenze, controllo degli accessi: cosa prevede il piano Rinasce Firenze

3 musei civici di Firenze aperti dopo il lockdown

Palazzo Vecchio, Museo Bardini e Museo Novecento spalancano di nuovo le porte ma con orari ridotti e regole anti-Covid, come la prenotazione obbligatoria online