martedì, 27 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica La Toscana accoglie Mohammad, mutilato...

La Toscana accoglie Mohammad, mutilato per aver votato

La Regione Toscana è disponibile a curare nelle sue strutture sanitarie Lai Mohammad, l'uomo afghano mutilato dai talebani per aver esercitato il suo diritto di voto alle elezioni presidenziali in Afghanistan. Rossi e Toschi hanno preso già contatti con il Ministero degli esteri.

-

Ad annunciare la disponibilità della Regione sono, in una dichiarazione congiunta, gli assessori alla sanità Enrico Rossi e alla cooperazione internazionale Massimo Toschi.

“Accettiamo volentieri il suggerimento che ci è stato rivolto oggi (ieri, ndr) da Francesco Colonna dalle pagine del Corriere Fiorentino – affermano i due assessori – abbiamo preso contatti con la Direzione generale per l’Asia della Farnesina e con il capo di gabinetto del ministro Frattini, in modo che le strutture dell’Ambasciata italiana e dell’Aeronautica possano permettere a Lai Mohammad di arrivare presto a Firenze. Ovviamente non dimentichiamo i tanti feriti e mutilati di una guerra che dura ormai da oltre otto anni, spesso bambini innocenti. E ci preme ricordare in questa occasione anche tutto ciò che ha fatto e sta facendo Emergency per il popolo afghano. Ma ci sembra importante – concludono – anche dare un segnale che aiuti a sconfiggere chi usa la violenza contro la democrazia, ridando salute, vita e futuro alle vittime di ogni tipo di terrorismo”.

L’ASSESSORE SACCARDI. “Il Comune di Firenze è pronto ad accogliere Lai Mohammad, il contadino al quale i talebani hanno mozzato naso e orecchie per aver esercitato il suo diritto di voto alle elezioni presidenziali in Afghanistan”: è quanto annunciato dall’assessore alle politiche socio-sanitarie del Comune di Firenze Stefania Saccardi.

Ultime notizie

Cinema chiusi per Covid, film già visto: “No al Dpcm, sì a misure locali”

Le piccole sale rischiano grosso dopo l'ennesima chiusura per l'emergenza Covid. Abbiamo sentito il presidente di Spazio Alfieri, una tra i cinema d'essai più conosciuti a Firenze

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto

Quante persone al ristorante? Il numero massimo previsto dal nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm 24 ottobre dice che possono sedere allo stesso tavolo del ristorante non più di 4 persone, con una sola eccezione: cosa cambia con le nuove regole

Nuovo Dpcm ottobre 2020: il testo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Chiusura delle palestre, "coprifuoco" anticipato per bar e ristoranti, semi-lockdown senza blocco degli spostamenti tra regioni: cosa prevede il testo del nuovo Dpcm di ottobre pubblicato in Gazzetta Ufficiale