Anche la giornata piovosa di martedì 29 aprile non ha scoraggiato tanti fiorentini e toscani – compresi i ragazzi delle scuole – che hanno deciso fin dal mattino di venire a visitare quello che da sempre in città è considerato un appuntamento primaverile irrinunciabile, dove scovare tanti piccoli e grandi oggetti per tutti i gusti e tutte le tasche. All’insegna delle eccellenze francesi portate in fiera dalla Camera di Commercio di Marsiglia, mercoledì 30 aprile alle 12, al piano attico del padiglione Spadolini, in programma degustazioni di confetture e sciroppi francesi e, alle 19, delle profumate erbe provenzali.

Sempre mercoledi 30 aprile, nel Cortile della Palazzina Lorenese a partire dalle 10, spazio a “Artigianato è”, presentazione di materiale multimediale a favore di giovani artigiani e scuole di settore, a cura di Confartigianato Impresa Firenze. Un cortometraggio di 16 minuti per raccontare ai giovani, con immagini ritmate su parole e musica, quello che è l’artigianato, un comparto che da solo riunisce 31.935 imprese a Firenze e provincia, 118.826 in Toscana e 1.494.517 in Italia. Un comparto … in crisi di vocazioni, tanto che delle 2660 figure richieste dall’artigianato fiorentino nel 2007 solo 1072 sono state trovate, facendo salire al 59,7% la mancata occupazione nel nostro territorio.

“E’ importante far conoscere agli alunni e ai giovani, attraverso un cortometraggio – dichiara l’assessore alla Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili del Comune di Firenze Daniela Lastri – una grande tradizione della nostra città, per promuovere nelle future generazioni questi antichi mestieri e per impedire che vadano persi. I giovani sono quindi gli eredi di questo notevole patrimonio, che mette in primo piano la tradizione, la creatività e l’innovazione”. Nello stesso luogo, nel pomeriggio, alle ore 16, presentazione de “L’Arrotino: il mestiere ritrovato”, a cura di Alessandro Porcinai e Daniele Zega.

Alle 18 al piano attico del padiglione Spadolini Leonardo Romanelli presenta una degustazione di “Tartufo marzuolo delle crete senesi e uova del Casentino”. In contemporanea Giuseppe Alessi, chef de “la pentola dell’oro” propone uova al tartufo e, a seguire, un piatto a sorpresa. Per chiudere prodotti della Val d’Orcia. L’evento è a cura del Comune di San Giovanni d’Asso con la collaborazione dell’Associazione Tartufai senesi e del Consorzio Vino DOC d’Orcia.