mercoledì, 23 Giugno 2021

“Lavorare sicuri”

progetto pilota "Lavorare sicuri" promosso dall'Inail, volto a responsabilizzare i lavoratori stranieri e a rafforzare la rete di sicurezza sul lavoro.

-

Il progetto nasce da una necessità reale, data dall’aumento del numero di infortuni sul lavoro che riguardano i lavoratori stranieri. Le cifre dell’Inail parlano chiaro: 11000 casi in più nel 2007. Gli incidenti tra gli stranieri hanno difatti registrato un incremento dell8,9%, passando dai 129.303 del 2006 ai 140.785 del 2007.

“Lavorare sicuri” è una campagna di fornazione e informazione, promossa dall’Inail (Istituto nazionele per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro), per facilitare l’inserimento e l’integrazione degli immigrati, rendendoli più consapevoli dei rischi sul lavoro.

“I maggiori elementi di rischio per gli stranieri riguardano la mancata conoscenza della normativa, che si associa a una minore consapevolezza. Il nostro obiettivo vuole essere quello di rafforzare la rete di sicurezza per questi lavoratori attraverso operatori interni ed esterni all’Istituto” ha commentato Mauro Fanti, direttore centrale della Prevenzione dell’INAIL. 

Il progetto partirà da alcune regioni quali Toscana, Lombardia, Lazio, Veneto e Campania, per poi essere esteso a tutto il territorio.

 

 

 

Ultime notizie