martedì, 11 Agosto 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Le "sentinelle"? Le fanno i...

Le “sentinelle”? Le fanno i tassisti

Il progetto è del questore Francesco Tagliente: tassisti, autisti, commercianti e farmacisti potranno dare una mano nel controllo della città avvertendo la questura su situazioni ritenute a rischio. Tagliente ha già incontrato i rappresentanti delle categorie.

-

Tassisti, autisti di bus, ma anche farmacisti, ambulanti e commercianti: tutti insieme nel nome della sicurezza cittadina. Il progetto – riportato ieri dalla cronaca fiorentina di Repubblica – è del questore Francesco Tagliente.

Secondo la sua idea (obiettivo: una città più sicura) tutte le associazioni di categoria saranno coinvolte per garantire una maggiore sicurezza: autisti, tassisti, farmacisti e commercianti diventeranno quindi “sentinelle”, per avvertire la questura quando incontrano situazioni a rischio criminalità.

Nei giorni scorsi, il questore Francesco Tagliente ha tenuto riunioni con i rappresentanti delle categorie.

Ultime notizie

L’aumento dei casi di coronavirus in Toscana

Dopo aver toccato il minimo a metà luglio, i casi di coronavirus in Toscana hanno ripreso a salire: cosa dicono i dati

Ecobonus al 110 per cento: come funziona, i requisiti e come richiederlo

Le nuove agevolazioni per le ristrutturazioni spiegate in 4 punti: a chi spetta il bonus verde, come funziona, per cosa si può richiedere e le novità

Ecobonus al 110%: i provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate e del Mise

Arrivano i chiarimenti sulla maxi detrazione per le spese sostenute durante i lavori di ristrutturazione

Coronavirus, 8 nuovi casi in Toscana. Ancora positivi tra i giovani tornati dall’estero

Ancora casi tra i giovani rientrati dalle vacanze: dati e notizie di oggi, 10 agosto, sul coronavirus in Toscana