Via i graffiti, spuntano le fioriere e si accende una la illuminazione. Dopo le numerose proteste dei residenti, nella zona di via Maggio qualcosa è cambiato, grazie all’impegno degli stessi cittadini e dell’amministrazione comunale. Qualche ritocco è ancora da fare, ma l’associazione che riunisce residenti, commercianti e realtà istituzionali promuove (per ora) gli interventi.

VIA DE’ MICHELOZZI. L’ultima opera di riqualificazione ha interessato via de’ Michelozzi. Nella strada che collega Santo Spirito a piazza Pitti al posto delle auto in sosta su un lato della strada sono spuntate una trentina di fioriere messe a disposizione da Palazzo Vecchio ed è stata  ridisegnata la sosta  di motorini e biciclette. I cassonetti, una volta che sarà costruita l’isola ecologica, spariranno. Da tempo i residenti di via Maggio sono impegnati nella lotta al degrado della zona, questione portata anche all’orecchio del sindaco Renzi. Alla situazione è stata dedicata un’assemblea pubblica con l’assessore comunale al decoro Massimo Mattei.

PRIMA E DOPO. Ecco le foto

{phocagallery view=category|categoryid=66|limitstart=0|limitcount=0}

I PROBLEMI. E’ presto però per esultare. “Anche se la situazione è migliorata da molti punti di vista – scrive la presidente dell’Associazione Via Maggio, Olivia Turchi – a breve
inviteremo nuovamente  il Sindaco in via Maggio per fare il punto su altre difficili questioni  che interessano la nostra zona, prima fra tutte, in attesa di una futura ma auspicabile pedonalizzazione, la riduzione del traffico”. Recentemente l’associazione ha promosso un’iniziativa per ripulire le strada dai graffiti (guarda le foto), grazie agli studenti dell’Istituto per l’Arte ed il Restauro di Palazzo Spinelli.