Era il giorno di Natale e una tranquilla passeggiata a spasso coi cani poteva trasformarsi in tragedia.

Un uomo ha infatti minacciato con una balestra un altro uomo, il cui cane aveva appena azzannato il suo, uccidendolo.

Il diverbio è nato dopo che due pitbull, a spasso senza guinzaglio in una strada di campagna, avevano aggredito e ucciso un cagnolino, anche lui privo di guinzaglio.

I proprietari hanno inziato a discutere e la lite si è accesa quando il proprietario di uno dei due pitbull ha spiegato al proprietario del cane ucciso che probabilmente l’assicurazione non avrebbe risarcito il danno perchè nessuno degli animali era legato.

A quel punto il padrone del cagnolino ucciso è andato a casa, ha preso una balestra professionale (munita di dardo affilato) ed è tornato per minacciare di morte gli altri due. Il peggio è stato evitato dall’arrivo dei Carabinieri.

Per il “balestriere” adesso c’è una denuncia per porto ingiustificato di armi atte ad offendere, minaccia aggravata e ingiuria ed è stato multato, come pure il padrone del pitbull.