mercoledì, 27 Maggio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Maltempo: stato di emergenza

Maltempo: stato di emergenza

Maltempo in tutta la Toscana, specie al nord e al sud. Allagamenti, rischi di tracimazione di corsi d'acqua e qualche argine rotto. Il presidente della Regione Claudio Martini ha richiesto lo stato di emergenza nazionale al capo della Protezione Civile Guido Bertolaso.

-

Le situazioni più pericolose sono nelle zone dell’Ombrone grossetano, dell’Albegna, nel tratto aretino del Tevere, in Valtiberina e ne bacino dell’Arno in Val di Chiana. Già ieri Martini aveva attivato la procedura di emergenza regionale, con le prime risorse e aiuti straordinari, in attesa in un intervento di livello nazionale.

Nei giorni scorsi le zone più colpite erano state quelle della fascia settentrionale, nelle province di Lucca, Pistoia, Massa e Prato, mentre ieri le piogge hanno colpito maggiormente nel sud-est della Regione, dove molti corsi d’acqua hanno innalzato pericolosamente il livello. Anche nelle isole e lungo la costa ci sono stati problemi.

La situazione dell’Arno è per adesso sotto controllo, nonostante l’aumento notevole della portata. Per stasera e domani è previsto ancora tempo molto perturbato con possibilità di forti temporali specie nelle zone meridionali e appenniniche, ma sabato la situazione dovrebbe migliorare.

Ultime notizie

Il piano Rinasce Firenze per riportare i residenti in centro

Divieto ai bus turistici, censimento delle false residenze, controllo degli accessi: cosa prevede il piano Rinasce Firenze

3 musei civici di Firenze aperti dopo il lockdown

Palazzo Vecchio, Museo Bardini e Museo Novecento spalancano di nuovo le porte ma con orari ridotti e regole anti-Covid, come la prenotazione obbligatoria online

Tramvia, Firenze studia come portarla fino al Duomo (o quasi)

Il sindaco Nardella annuncia: i tecnici stanno elaborando un progetto per far arrivare Sirio vicino a Santa Maria del Fiore

Nardella: “La prima tappa del Tour de France sull’Appennino” tra Firenze e Bologna

"Ho chiesto al presidente Bonaccini di organizzare la prima tappa del Tour de France sull'Appennino": ecco la proposta del sindaco Nardella