lunedì, 8 Marzo 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Manifestano gli studenti, traffico in...

Manifestano gli studenti, traffico in tilt sui viali

Circa 5mila studenti, tra medi e universitari, sono scesi in piazza a Firenze per protestare contro la crisi, il governo Monti e la riforma Gelmini. Rallentamenti del traffico sui viali.

-

E’ iniziato l’autunno caldo degli studenti. Stamani in tutta la Toscana, le prime manifestazioni, in occasione della giornata di mobilitazionale nazionale del movimento studentesco.

LA PROTESTA. A Firenze, circa cinquemila ragazzi e ragazze, tra studenti delle scuole superiori e dell’università, hanno sfilato in corteo per le vie del centro per protestare contro la crisi economica, il governo Monti e la riforma Gelmini.

IL CORTEO. Il corteo, partito da piazza Santissima Annunziata, si è diretto attraverso i viali a Campo di Marte, per poi proseguire fino a piazza D’Azeglio. 

TRAFFICO IN TILT. Durante la manifestazione, che si è svolta pacificamente, il traffico ha subito rallentamenti sui viali di circonvallazione. Lunghe code di auto, in particolare, in piazza Libertà e su viale Matteotti. 

L’ASSESSORE POLEMICO. Una paralisi che ha subito scatenato la reazione dell’assessore comunale alla mobilità Massimo Mattei. Lo sfogo su Facebook: “Una manifestazione studentesca  autorizzata dalla Questura sta percorrendo i viali cittadini bloccando gran parte della città. Anch’io quando ero iscritto alla Federazione giovanile comunista organizzavo manifestazioni studentesche. Ma mai – attacca l’assessore – mi sarei sognato di bloccare una città, anche perché politicamente controproducente. Si partiva da Piazza San Marco e si finiva in Santa Croce facendo rumore, protestando, crescendo nella coscienza civica senza mai mettere a repentaglio la sicurezza cittadina come si rischia di fare oggi. Oggi i genitori sono bloccati in auto per causa dei propri figli. Non si può sempre giustificare ogni cosa”.

BUFERA SULL’AUTORIZZAZIONE. Il dito è puntato anche contro la Questura che ha autorizzato il passaggio dai viali del corteo. Decisione di cui Mattei si dice “veramente sorpreso”. Come se non bastasse, attacca ancora Mattei, “questa decisione sia stata comunicata al Comune a cose fatte”. “Che all’amministrazione comunale sia stato comunicato il percorso quando questo era, di fatto, già autorizzato dalla Questura è sicuramente legittimo ma forse – tuona l’assessore –  istituzionalmente non corretto”.

UOVA CONTRO LE BANCHE. Qualche attimo di tensione invece al corteo degli studenti di Livorno. Qualche manifestante ha lanciato uova contro le sedi di alcune banche e fumogeni, altre filiali sono state transennate con nastri da cantiere.

A PISA. Mobilitati anche gli studenti di Pisa. Le forze dell’ordine sono intervenure per bloccare l’accesso ad alcuni manifestanti che volevano entrare nel palazzo comunale.

Ultime notizie

La presa del potere, lezioni di storia online dai più famosi teatri d’Italia

Un ciclo speciale delle Lezioni di Storia dal 7 marzo al 16 maggio in streaming, direttamente dal palco dei più importanti teatri italiani

Di che colore è la Toscana: zona rossa o arancione la prossima settimana (8-14 marzo)?

La prossima settimana (8-14 marzo) la Toscana resta in zona arancione, ma con qualche zona rossa locale: Pistoia, con le scuole chiuse, e due comuni tra Livorno e Pisa. Sorvegliate speciali Empoli e Prato

Fiorentina, contro il Parma è una gara da ultima spiaggia

Senza Ribery un vero e proprio spareggio tra pericolanti. Ballottaggio tra Eysseric e Callejòn: le probabili formazioni di Fiorentina - Parma